Yamaha Motor Europe e Armando Testa scatenano il Dark Side of Japan con le nuove campagne di MT-09 e MT-09 SP

Yamaha Motor Europe torna in comunicazione con un nuovo capitolo del Dark Side of Japan e presenta le nuove MT-09 e MT-09 SP con due campagne firmate ancora una volta da Armando Testa.

Unleash your Darkness, concept della nuova campagna MT-09, è un invito da parte del brand a liberare il lato oscuro che guida le pulsioni più profonde dei rider.

Scena dopo scena, curva dopo curva in sella alla nuova MT-09, il protagonista tirerà fuori il suo dark side: la materia che lo circonda sembrerà fremere di energia e la città notturna lo catapulterà in una suggestiva e futuristica Tokyo. 

Il trattamento del video presenta un innovativo uso dell’AI generativa che permette di catturare appieno lo spirito visionario del Dark Side Of Japan e restituire la sensazione onirica provata dal rider a bordo della moto. 

Una tecnica quella dell’AI che Yamaha Motor Europe e AT Studios non potevano non sperimentare.

La nuova MT-09 SP, grazie alle sue caratteristiche tecniche di primo livello invece, rappresenta l’apice dei Master of Torque: una moto che invita a osare grazie alle sue performance estreme. 

Il riding adrenalinico del protagonista è una sfida a dominare il suo lato oscuro laddove ogni accelerazione è una dimostrazione della potenza che sprigiona il nuovo Dark Side of Japan.

Questa nuova campagna è l’emblema della Darkness più pura: mood futuristico, prestazioni altissime, adrenalina e tecnologia, sintetizzate nel concept Master of Darkness.

Credits:

Cliente: Yamaha Motor Europe

Agency: Armando Testa Group

Executive creative direction: Nicola Cellemme e Georgia Ferraro

Creative supervisor: Sebastien Sardet

Creative team: Lorenzo Blangiardo, Maria Meioli

Client service director: Sascha van der Plas

Account executive: Martina Conterio

Production company: Armando Testa Studios

Director: DI•AL

DoP: Diego Indraccolo

Photographer: Alessio Barbanti

Post Production & Color correction: BAND

Photo post production: Riccardo Corda, Sara Lucchetta

Music: Sarah Eisenfizs

Sound: Smider Noise