Il messaggio di pace del Papa sulla crisi in Medio Oriente conquista i Millennials

Il messaggio del Papa sul Medio Oriente conquista i giovani, parola dell’Auditel. Secondo uno studio di OmnicomMediaGroup, colosso dei centri media che elabora dati per conto delle più importanti aziende multinazionali che investono in pubblicità in Italia, pubblicato dal quotidiano Libero, l’Angelus andato in onda su Rai 1, su RaiPlay e sulle dirette Facebook dei canali Vaticani, ripostate poi sui social giovani Instagram e TikTok, ha sbancato nel target under 25 con dati record vicini al 20% di share. 

Papa Francesco durante il tradizionale incontro coi fedeli della domenica a mezzogiorno ha affrontato, ovviamente, la questione mediorientale esortando accoratamente al “cessate il fuoco”, ricordando però ai suoi seguaci di pregare per i fratelli ucraini. 

Un pensiero di vicinanza e di preoccupazione è stato rivolto anche alle quasi 50 vittime e agli altrettanti dispersi causati dal terribile uragano Otis che ha colpito il Messico sei giorni fa.

L’Angelus ogni domenica riprende una tradizione risalente al XIII secolo in cui la massima autorità della Chiesa rivolge alle Vergine Maria una preghiera in cui affronta temi inerenti alla Fede senza esimersi da appelli o vere e proprie suppliche riguardanti fatti di attualità rilevanti che coinvolgono non solo i fedeli ma tutta l’opinione pubblica. 

Quanto siano attesi i messaggi scanditi dal Papa lo vediamo dai dati Auditel: share oltre il 20% con picchi del 25%. Ma ancor più significative, registra OmnicomMediaGroup, le punte del 10% tra gli under 25 (per una rete over 65 come Rai 1 davvero tanto) che, con la diffusione su RaiPlay e i repost su Facebook, TikTok e Instagram, arrivano a un record del 20%.

Un Santo Padre che parla ai giovani, adatta i propri linguaggi e arriva dritto al cuore dei millennials.