ESCLUSIVA – 2Muchtv, parlano gli ideatori: “Faccialibro un successo enorme, ma non ci fermiamo qui”

94

di Giacomo Aricò

Hanno lanciato Faccialibro, la web sitcom che in rete è diventata un cult. Oltre un milione e mezzo di visualizzazioni da quando la prima stagione è in esclusiva su msn.it. La seconda stagione è in rampa di lancio. Abbiamo intervistato Fabio Stabile e Andrea Luzardi, i due ideatori del format nonché fondatori di 2Much.TV, il brand editoriale di Monkey Trip Communication, che loro stessi considerano un “laboratorio crossmediale” fra tutti i media esistenti. 
Cosa ci può dire dell’accordo con msn.it per la trasmissione di “Faccialibro”? Che strategia c’è alla base di questa scelta?

Abbiamo presentato il format “Faccialibro” a diversi portali e MSN.it è stato il primo ad interessarsi attivamente al progetto. Ci hanno proposto fin da subito un accordo in esclusiva in cambio del quale però ci avrebbero garantito massima visibilità in homepage, una sezione dedicata e massiccia presenza sui loro social network di riferimento. Con queste premesse abbiamo accettato ed è andata bene. La visibilità ottenuta da “Faccialibro” su MSN ha ottenuto non solo un altissimo numero di visualizzazioni, oltre 1milione e mezzo ad oggi, ma ha dato al prodotto editoriale quella credibilità e quell’autorevolezza che altrimenti, su una piattaforma come YouTube ad esempio, difficilmente avrebbe acquistato.

Come raccogliete la pubblicità su Faccialibro? Attraverso il product placement? Chi sono gli investitori principalmente interessati al vostro prodotto? In quali settori?

Per 2Much.TV produrre la prima serie è stato un investimento per farsi conoscere e cominciare ad introdurre un nuovo concetto editoriale: produrre format di alta qualità per il web oggi è una necessità.
Detto questo, è chiaro che per la seconda serie ci stiamo già attivando con diversi brand per innescare strategie di product placement, anche perché, con la produzione delle nuove puntate, gli standard qualitativi richiesti dovranno essere ancora più alti (il pubblico si aspetta sempre qualcosa di più) e quindi varrà lo stesso discorso per i costi di produzione. Ci concentreremo su varie categorie di prodotto, perlopiù abbigliamento, bevande e alimentari, hi-tech.

Avete altri progetti in cantiere?

Al momento abbiamo pronti altri format per i quali stiamo già pianificando la strategia di distribuzione, web al primo posto ovviamente. C’è una rubrica dedicata al mondo degli animali, un programma che esplora il mondo delle chat, ancora in montaggio, e una specie di tutorial comico sulla seduzione.
Ci interessano molto poi le dinamiche reality da sperimentare sul web, soprattutto attraverso YouTube e in tal senso abbiamo già pronto un progetto dall’impronta sociale. Recentemente abbiamo anche prodotto un cortometraggio con protagonisti due famosi youtubers italiani, “iPantellas”, per testare l’efficacia dei formati filmici di media durata su YouTube e, dopo solo una settimana dalla pubblicazione, il video, intitolato “Fuga da Netlog”, ha già raggiunto le 165mila visualizzazioni.