Yamaha Motor Europe e Armando Testa lanciano la nuova “icona” dello Sport Heritage

Yamaha Motor Europe e l’agenzia Armando Testa consolidano la loro lunga collaborazione lanciando un nuovo modello del segmento Sport Heritage.

Sin dalla nascita di Faster Sons nel 2015, il segmento rappresenta l’eredità e la passione per il mondo delle gare motociclistiche e in generale per un’estetica vintage abbinata a un fascino moderno. Tutti i modelli sono infatti la sintesi fra un design senza tempo e una tecnologia all’avanguardia.

La nuova XSR900 GP è infatti un omaggio alle indimenticabili Yamaha delle gare degli anni ’80 e ’90, epoca di grande successo per il brand e per i suoi piloti.

La campagna è stata pensata per i veri appassionati e ha un duplice obiettivo: da un lato coinvolgere il pubblico con una storia emozionante, dall’altro raccontare una “bestia” pronta a correre e, contemporaneamente, un pezzo d’arte da contemplare.

Il protagonista entra in casa, si ferma ad ammirare la sua nuova moto e nella sua memoria iniziano ad affiorare una serie di immagini della vecchia YZR. 

La sua voglia di guidare cresce, le sue mani tremano, i suoi occhi si riempiono di adrenalina. La nuova XSR900 GP è lì, come su un altare della storia delle corse e sembra aspettarlo.

La nuova moto è appena nata, ma è già un’icona per tutti gli appassionati: Born Iconic, come recita il claim.

La campagna prevede tre diversi tagli, 90’’, 30’’ e 15’’, un teaser di 10’’, stampa e immagini di catalogo ed è stata pianificata su tutti i canali digital e social del brand.

Credits

Agency: Armando Testa Group

Executive creative direction: Nicola Cellemme e Georgia Ferraro

Creative supervisor: Sebastien Sardet

Creative team: Roberto Capodanno, Gaetano Corvino, Davide Carretta

Client service director: Sascha van der Plas

Account executive: Martina Conterio

Production company: Armando Testa Studios

Director: Luciano Consolini

DP: Luigi Gamba

Photographers: Chiara Quadrelli e Luciano Consolini

Color correction: Claudio Beltrami

Photo post production: Walkin Studio

Music e SFX: Guido Smider