HUB09 e Na.Co propongono una riattualizzazione del linguaggio alle aziende italiane

È uscita in questi giorni sulle principali testate nazionali la nuova “lettera aperta alle aziende” firmata da Hub09 – questa volta in collaborazione con Na.Co – Narrazioni Contaminate – collettivo che si occupa di linguaggi inclusivi.

Lo scopo della lettera è porre l’attenzione sul mondo attuale, che sta finalmente cambiando spalancandosi alla pluralità di culture e soggettività, e nel quale il linguaggio deve essere rivisto e riattualizzato.

Hub09 e Na.Co vogliono far incontrare, forse per la prima volta, cultura di comunicazione e comunicazione della cultura, attraverso dei workshop operativi aperti a tutte le aziende italiane interessate. 

I workshop prevedono un percorso di formazione rivolto a chi si occupa di comunicazione, ma anche servizi di revisione di testi istituzionali e di marketing, di prodotto, ai consumer, in un’ottica di inclusività e di grande attenzione al branding delle aziende. 

“Per la nostra agenzia è un ulteriore passo importante verso quell’etica della comunicazione sulla quale stiamo lavorando intensamente da anni. La collaborazione con NA.CO ci arricchisce e consente di offrire un servizio che credo essere unico sul panorama nazionale, perché sposa la competenza di marca a una profonda esperienza dei linguaggi inclusivi. Solo unendo competenze e sensibilità diverse si può proporre qualcosa di veramente nuovo ed efficace alle aziende. Siamo fieri ed emozionati di questo nuovo passo dell’agenzia verso il futuro.”, Marco Faccio, fondatore HUB09.

“Crescendo poche volte ci siamo viste rappresentate, spesso in modo superficiale o sbagliato. Questa urgenza personale, insieme a una profonda competenza professionale, ci spinge a lavorare ogni giorno per promuovere una cultura dell’inclusione capace di valorizzare le differenze. NA.CO ha l’obiettivo di costruire narrazioni consapevoli, plurali, rappresentative e autentiche, e siamo orgogliose di farlo anche con HUB09, partendo dal mondo della pubblicità.  Per noi questa è una collaborazione importante, nata dalla contaminazione e dell’interazione di saperi, visioni e valori. Insieme vogliamo accompagnare aziende e brand verso una nuova attenzione comunicativa che non è solo una grande opportunità strategica, ma anche una responsabilità verso la società in cui viviamo.”, Grace Fainelli e Espérance Hakuzwimana, Fondatrici Na.Co..