Rai Documentari racconta “il caso Enzo Tortora”

“Ho voglia di immaginarmi altrove… Più crolli nel pozzo della vergogna, più hai desiderio di volare”. Questo scriveva Enzo Tortora alla compagna Francesca quando il suo mondo era crollato.

Casualità, vendetta e approssimazione sono i tre elementi che determinano “il caso Tortora”, raccontato dal documentario in onda venerdì 13 Ottobre in prima serata su Rai3 e prodotto da Moviheart in collaborazione con Rai Documentari , a quarant’anni dall’inizio di tutta la vicenda.

Il conduttore televisivo italiano Enzo Tortora posa sorridente con un pappagallo sulla spalla a Portobello Road. Londra, 1977

Nei primi anni ’80 Enzo Tortora è un professionista stimato, uno dei volti più noti e amati della televisione italiana. La trasmissione “Portobello” segna l’apice del suo successo, che batte ogni record di share mai realizzato prima, toccando la soglia dei 26 milioni di spettatori, circa il 47% della popolazione. Il volto di Enzo Tortora è nelle case di tutti gli italiani: uno su due lo guarda.

Il mondo del conduttore televisivo, dell’uomo, del padre di famiglia, crolla improvvisamente con il suo arresto, avvenuto il 17 giugno del 1983 con l’imputazione di associazione camorristica e traffico di droga.

Enzo Tortora viene ingiustamente accusato da un pentito e da quel momento inizia il suo lungo e doloroso calvario giudiziario, associato a una spietata campagna mediatica nella quale è evidente lo squilibrio tra pochi innocentisti e una schiera di colpevolisti.

Con una struttura che si snoda su due linee di racconto parallele, lo show man e il presunto spacciatore affiliato alla camorra, il documentario ricostruisce i momenti salienti della sua carriera e il tragico pasticcio giudiziario di cui è stato vittima.

Contribuiscono al racconto le testimonianze di: Francesca Scopelliti, Amadeus, Massimo Bernardini, Riccardo Bocca, Francesco Rutelli e Ricky Tognazzi.

Scheda tecnica

Una produzione: Moviheart

In collaborazione con: Rai Documentari

Con il contributo di: Rai Teche

Soggetto: Tommaso Cennamo

Sceneggiatura: Enzo Decaro e Tommaso Cennamo

Regia di: Tommaso Cennamo

Anno: 2023