Wacky Metzger presenta il rebranding che racconta l’evoluzione dell’agenzia 

Wacky Metzger, creative content company guidata da un pensiero strategico, si presenta con un cambio d’abito per dare voce alla propria crescita in termini di organico, expertise e servizi.

Una vera e propria metamorfosi tesa a potenziarne la statura che è risultato della fusione societaria di Glebb & Metzger, agenzia di comunicazione indipendente con alle spalle 25 anni di attività nell’ambito delle media relation e influencer marketing, e Wacky Weapon, società specializzata in progetti di comunicazione sul mercato dal 2013 sotto la guida di Andrea La Brasca. 

WAME è oggi un insieme di competenze capace di affrontare le sfide della multicanalità con un approccio focalizzato sulla rilevanza e sulla memorabilità del messaggio per i target. 

Il claim “Per ogni what a mess noi troviamo il WHAT A MESSAGE!” pone l’accento sul fondamento di WAME: la comunicazione cambia caoticamente ed essere professionisti nell’arte del linguaggio oggi è più importante che mai. 

In questa promessa si inserisce anche Arret Film, content factory interna a WAME specializzata in produzioni video e contenuti multimediali per il mercato digitale e i nuovi media. 

“La costante conferma da parte di clienti storici che negli anni ci hanno scelti come partner su progettualità trasversali ci ha spinto ad accelerare la nostra visione strategica verso un modello di business dinamico e articolato. La fusione societaria di due realtà che già da anni operavano sotto lo stesso tetto arriva infatti a coronamento di un periodo positivo che ci porta ad avere, per la chiusura del 2023, una previsione di oltre 3 Milioni di fatturato. Questo soprattutto grazie a più di 30 professionisti che lavorano in team integrati, guidati dalla passione e incentivati dal board alla sperimentazione e all’iniziativa personale”, commenta Paolo Dorna Metzger, CEO di Wacky Metzger. 

La nuova brand identity, veicolata sul sito wa-me.it e più in generale da una nuova immagine coordinata, è stata seguita internamente all’Agenzia e ha visto una totale rivoluzione della parte visuale del brand. La risposta al desiderio di un nuovo unico cappello sotto cui identificare tutte le attività.