Amapola si aggiudica il Piano Strategico Integrato del Turismo sostenibile di Courmayeur

È Amapola, l’agenzia di comunicazione specializzata in sostenibilità dal 2009, ad affiancare il Centro Servizi Courmayeur, incaricato dal Comune di Courmayeur della costruzione e redazione del Piano Strategico Integrato del Turismo Sostenibile e delle attività di stakeholder engagement previste per la sua realizzazione. 

Credits: COURTESY OF COURMAYEUR MONT BLANC 

Il progetto “Courmayeur Climate Hub”, coordinato dal Comune e finanziato nell’ambito del PNRR (Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza), ha dieci linee di azione, e una di queste è dedicata alla co-progettazione del documento integrato per il turismo sostenibile, con l’obiettivo di trasformare la destinazione in un punto di riferimento in questo ambito.

Courmayeur lavora per divenire polo di riferimento internazionale per la sostenibilità e la resilienza ai cambiamenti climatici, rendendosi ancor più attrattiva per i turisti e i viaggiatori che ricercano esperienze autentiche nel rispetto dell’ambiente e delle comunità locali. 

La progettazione del Piano Strategico si basa su un percorso di stakeholder engagement concreto e strutturato. 

L’agenzia ha proposto un piano di attività di medio periodo, pensato per coinvolgere operatori turistici e cittadini in maniera continuativa, renderli partecipi e individuare progetti concreti e misurabili da inserire nel Piano Strategico che vedano coinvolti in parte i medesimi stakeholder.

Il piano attività prevede un processo partecipativo strutturato in tre fasi (creativa, trasformativa, di implementazione): i partecipanti sono chiamati a ragionare e a individuare idee e progetti in relazione a temi prioritari come la valorizzazione delle valli Ferret e Veny, la tutela della risorsa idrica, il recupero dei sentieri e dei terreni abbandonati, la valorizzazione di tradizioni, usi e costumi locali. 

Chi ha fatto parte del percorso ha partecipato a una serie di incontri – in plenaria e a seguire su tavoli di lavoro – condotti dai facilitatori esperti Amapola. Dall’emersione collettiva di stimoli e idee, si è partiti per definire i progetti da inserire nel Piano strategico. L’agenzia, inoltre, curerà l’editing dei contenuti e l’impaginazione del documento. 

«Un progetto strategico di turismo responsabile prevede per definizione la co-progettazione con il territorio e la comunità» commenta Alberto Marzetta, partner Amapola. «Lavorare assieme su proposte progettuali che derivano dalla partecipazione diretta genera empatia, costruisce una relazione continuativa, spontanea e collaborativa, rafforza il percorso globale di sostenibilità del territorio».