“Grembo, racconti di pancia”, il podcast sulla maternità senza filtri e senza giudizi

Da sempre LUZ mette al primo posto l’autorialità e i racconti delle persone, tanto che – oltre a essere un’agenzia di comunicazione specializzata in racconti multimediali d’autore, che parlano di esperienze di singole persone e comunità – investe sullo sviluppo e sulla crescita di progetti personali di collaboratrici e collaboratori.

Infatti LUZ ha dato alla luce “Grembo, racconti di pancia”, un podcast che nasce da un’idea di Anna Acquistapace, New Business Director in LUZ, e dalla volontà di far emergere quegli aspetti della maternità che spesso non vengono a galla.

In Italia purtroppo scarseggiano voci autorevoli su questo tema e quando se ne parla è molto facile ricevere giudizi.

La visione della maternità che viene proposta è ancora molto edulcorata e portatrice di un’aspettativa sociale nei confronti delle donne, che vivono troppo spesso il peso di doversi mostrare perfette e tuttofare, in grado di conciliare saggiamente genitorialità, relazioni, lavoro e gestione della casa.

I padri sono esclusi e talvolta non coinvolti in questo racconto – e quando lo sono – vengono etichettati con definizioni che non aiutano l’affermarsi e la sensibilizzazione alla parità di genere.

Dunque è importante – se non necessario – iniziare a cambiare questa narrazione. Far sentire le donne meno sole, non giudicate e allo stesso tempo creare condivisione e consapevolezza attraverso storie autentiche.

“Con “Grembo, racconti di pancia” vogliamo dare voce a diverse storie di normalità: da chi ha scelto di diventare mamma da sola a chi sta crescendo una famiglia numerosa lontano da stereotipi, fino a chi si è sentita bene nel suo ruolo di madre o chi ha scelto di vivere la genitorialità in altre forme.  Vogliamo far emergere i temi che ci stanno a cuore, come lo sharenting, la maternità militante, la multiculturalità, la parità di genere, la violenza ostetrica, il worklife balance, il lutto prenatale e molto altro ancora” afferma Anna Acquistapace, autrice del podcast.

La storia di Gaia Spizzichino (autrice della pagina Normalize Normal Homes) – in attesa della sua prima figlia – è tra le prime puntate pubblicate. Qui ha raccontato della sua “banalissima” ma unica gravidanza.

Un’altra storia è quella di Gaia Rota, mamma di 4 figli: ogni giorno su La tenda in salotto, racconta la sua vita insieme a Michele e ai suoi bambinə.

Tra aperitivi e picnic sul tappeto di casa, Gaia parla di diritti, impronte digitali, gender neutral, stereotipi e famiglie allargate.

E ancora il cammino intrapreso da Chiara Mirelli, diventata mamma da sola a 45 anni, grazie all’ovodonazione all’estero.

In Grembo, la condivisione di queste storie ha l’obiettivo di aiutare, ispirare, e avvicinare le persone, allontanandosi da consigli o buone pratiche. È un ascolto intimo permesso dall’uso della voce: il podcast permette la ricostruzione della fiducia.

Grembo è disponibile su Spotify, Apple Podcast e tutte le principali piattaforme di streaming.

Credits

“Grembo, racconti di pancia” è un podcast originale LUZ, di Anna Acquistapace.

La musica è di Pablo Sepúlveda Godoy.

Il montaggio è di Francesco Carella e Agustina Arevalos.
Le grafiche sono di Agustina Arevalos.

L’illustrazione della copertina del podcast è di Giulia Rosa.

Le fotografie di backstage sono di © Gabriella Corrado / LUZ