I trend del mezzo radio, aggiornati al 2° semestre 2022

di Claudio Astorri www.astorri.it – Sono state pubblicate da parte di TER le anticipazioni dei dati dell’ascolto Radio del 2° semestre 2022. La prima analisi ovviamente è sui dati di ascolto del mezzo nel suo complesso. E le buone notizie non mancano. Piccole ma buone notizie…

Nella giornata del 19 gennaio sono state pubblicate da TER le anticipazioni dei dati di ascolto del 2° semestre 2022. La rilevazione ufficiale del mondo Radiofonico nel medesimo giorno ha anche prodotto i dati annuali e quelli riservati per le emittenti del 4° trimestre 2022. La scelta editoriale di questo blog al momento della diffusione dei dati di ascolto Radio è quella della concentrazione per prima cosa sui dati generali, quelli complessivi del mezzo. Anche in questa tornata non si sfugge dalla buona liturgia, cosa buona e giusta per capire lo stato della Radio.

La popolazione

Non nascondo la mia costernazione quando osservo i dati della popolazione prima di quelli di ascolto Radio. Sempre meno individui nella nostra popolazione! Con conseguenze. In effetti gli ascoltatori della Radio sono persone, e se il loro numero complessivo cala dobbiamo aspettarci dati inferiori anche all’ascolto del mezzo Radio. Nel 2022 c’è stata una caduta in basso davvero significativa nei numeri delle persone residenti in Italia come molto ben evidenziato dal grafico sottostante. Si sono persi in un solo anno 824.220 individui oltre i 14 anni, l’1,5% del totale.

Alla luce del calo demografico che è significativo ho preferito analizzare le 2 metriche principali del mezzo Radio nella misura della quota percentuale sulla popolazione. Così si può evincere in modo più chiaro il reale andamento dell’ascolto Radio al netto della variazione demografica. Si tratta di un indicatore quindi più realistico e immediato. La scelta è come sempre per confronti omogenei e quindi, preso come riferimento l’ultimo dato del 2° semestre 2022, i paragoni sono solo con altri precedenti. Dati TER rilasciati direttamente dalla stessa sul sito web in data 19/1.

Trend ascoltatori settimanali, ultimi 5 anni

La quota di ascoltatori settimanali della Radio sul totale della popolazione cresce. E questa è la buona notizia. Cresce rispetto all’ultimo anno. Siamo quasi tornati al picco pre-pandemia. Così manca solo un 0,30% per chiudere la ferita del 2° semestre del 2020. Nei valori assoluti il dato è di 43.478.000 individui oltre i 14 anni. La Radio, un grandissimo mezzo di comunicazione.

Trend ascoltatori giornalieri, ultimi 5 anni

Anche nella elaborazione dei dati complessivi del mezzo Radio nella metrica del giorno medio si rileva un trend positivo. Lo racconto con cautela perché la crescita evidente dal grafico non è di quelle imperiose. Si sale solo di un 0,05% della popolazione. Però si sale. In valore assoluto i dati ci riportano 33.968.000 individui che ascoltano la Radio tutti i giorni, il 65,11% del totale.

Trend ascoltatori nel quarto d’ora medio, ultimi 5 anni

3 crescite su 3! In tutte e 3 le metriche della Radio il nostro mezzo cresce. Ditelo ai detrattori ma soprattutto ai clienti pubblicitari colpiti dalle disinformazioni e dalle fake-news che hanno come provenienza esplicita alcuni giganti digitali senza scrupoli. Anche nei quarti d’ora non si torna ancora al dato pre-pandemia ma si continua a crescere e ad avvicinarsi ad antichi fasti.