Voci d’Archivio: il podcast che racconta la formazione all’Università Cattolica di grandi personalità 

Quando i personaggi di Voci d’Archivio muovevano i loro primi passi all’Università Cattolica del Sacro Cuore, già era in embrione quello che poi sarebbero diventati. Personalità della cultura, dell’arte, della storia d’Italia capaci di distinguersi e lasciare un segno indelebile nel Paese. 

In ognuna delle sei puntate si unisce una breve lettura tratta dalla tesi di laurea del celebre alunno, si ascolta la voce dei docenti della Cattolica e di altri autorevoli testimoni che ci aiutano a tracciare una biografia del personaggio, identificando i momenti salienti della sua formazione.

Giovanni Testori si laureava con “La forma nella pittura moderna”, Emilio Tadini con una tesi su “La poetica del Carducci”, Tina Anselmi con “La fortuna del Giorgione”, mentre Rosellina Archinto con “Alcuni aspetti della mobilità del lavoro in Italia”. Giuseppe Pontiggia invece presentava una tesi su “La tecnica narrativa di Svevo” e Nilde Iotti su l’“Attuazione delle riforme in Reggio Emilia nella seconda metà del secolo XVIII”. Ma la tesi è solo il nocciolo del racconto. Ogni episodio è una sorta di “intervista in differita” realizzata da Valerio Millefoglie, con l’intento di scovare e rileggere i virgolettati e gli audio di queste personalità.

Voci d’Archivio, un programma scritto e condotto da Valerio Millefoglie, scrittore e direttore di Archivio Magazine. Prodotto da Promemoria, in occasione dei cento anni dell’Università Cattolica, nata a Milano nel 1921.

Voci di Archivio è online dal 19 Gennaio su raiplaysound.it e sull’app RaiPlay Sound, alla pagina https://www.raiplaysound.it/programmi/vocidarchivio.