Il caso Orlandi e i Pontificati di Benedetto XVI e Francesco 

La scelta del Vaticano di riaprire le indagini sul caso Orlandi ha riportato alla ribalta uno dei casi giudiziari che più hanno colpito l’opinione pubblica italiana. Dal Radar settimanale di SWG emerge che per gli intervistati, tuttavia, è ormai tardi per arrivare ad una soluzione e che in passato non ci sia stato un reale impegno a cercare la verità. Quale sia la verità rimane per altro una incognita per buona parte degli intervistati, per quanto l’ipotesi più accreditata nell’opinione pubblica è che possa essere stato un caso legato alla pedofilia nella Chiesa. 

La morte di Benedetto XVI, ha riportato di attualità la valutazione sul suo pontificato e il confronto con quello di Francesco. Gli italiani, e in modo particolare i cattolici praticanti, non hanno dubbi sul fatto che Bergoglio rappresenti oggi un riferimento più forte di Ratzinger. Tuttavia non è da trascurare il fatto che oltre un praticante su 10 continua a preferire la figura di Benedetto XVI. 

Nel frattempo, dal 2010 ad oggi si è quasi dimezzata la percentuale di italiani che dichiara di andare a messa almeno una volta al mese (dal 49% al 26%).