Salvatore Liberti illustra il futuro delle città con ideeUrbane

A pochi mesi dalla sua nascita ideeUrbane, la startup immobiliare guidata da Enzo Albanese e Ivan Guinetti, sigla una prima importante collaborazione con Salvatore Liberti, uno dei più celebri illustratori italiani. 

La collaborazione rientra in un più ampio progetto sul futuro dell’urbanizzazione che la Società milanese ha deciso di dar vita. L’artista grafico napoletano ha realizzato, infatti, un volume con 12 illustrazioni dedicate ai temi contenuti nell’Agenda Onu 2030. Partendo dal presupposto che le città di domani possano prosperare e che, quindi, non possano ignorare le sfide dell’attualità, il fil rouge delle immagini sarà, infatti, focalizzato sui 17 Obiettivi di sviluppo sostenibile, promossi dall’Onu, da raggiungere entro il 2030 per rendere il pianeta un posto più vivibile. Il volume verrà impiegato per sensibilizzare i lettori sul tema del cambiamento, inteso come motore per un futuro più equo, inclusivo e sostenibile, sia in ottica di nuovi centri abitati sia, più in generale, per il pianeta nel suo insieme.

Ivan Guinetti e Enzo Albanese

Tra i temi sviluppati dall’artista, ci sono “L’alba del pomodoro” dedicato alla connessione tra la terra e i suoi prodotti come l’alba di una società equa e solidale, per sradicare la povertà, garantire un lavoro dignitoso e una reale crescita economica. Così come “La ricetta perfetta”, per l’inclusione di tutti i popoli come parte della ricetta perfetta per sconfiggere la fame, sottolineando il bisogno di intervenire su aiuti economici alle popolazioni, leggi eque e incentivanti, e contrasto al cambiamento climatico. Particolare attenzione viene rivolta anche a “La riscoperta delle radici” sulla produzione e consumo responsabile della terra, ponendo attenzione alle culture locali, a “Nessuna parola al vento” sulla conoscenza come mezzo per superare gli ostacoli, a “Uguali, sostenendo le diversità” per creare società pacifiche e inclusive, così come a “Una nuova primavera” del pianeta, riducendo l’emissione di gas serra e frenando il cambiamento climatico. Liberti dedica la sua arte figurativa anche a “Acqua è vita” che non può mai mancare nella dieta di ognuno di noi, a “Le città del futuro” da creare insieme, per limitare sempre di più l’impatto ambientale, favorendo le aziende nella transizione energetica attraverso incentivi economici e una burocrazia snella, o a “Come un albero felice” nel momento in cui dà molto frutto ed esprime appieno la sua essenza, senza dimenticare “Proteggere il mare” dopo decenni di sfruttamento e inquinamento, per preservare il mondo marino. E per finire “La pace non è utopia” per sensibilizzare la comunità internazionale a prevenire tutte le forme di violenza e promuovere società pacifiche e giuste, libere dalla paura e dalla violenza, e il tema dell’“Insieme” per procedere spediti verso un futuro sostenibile, promuovendo la cooperazione a ogni livello.

Siamo molto contenti di poter collaborare con un artista di fama come Liberti – commenta Enzo Albanese, fondatore di ideeUrbane – da diversi anni illustratore anche per il Corriere della Sera, Vanity Fair e il Foglio. Il cuore pulsante di ogni nostro progetto in IdeeUrbane è assicurarci che i centri urbani del futuro prosperino e, per poterlo fare, non si può rimanere indifferenti alle sfide che l’attualità ci presenta. Per questa ragione, quando abbiamo deciso di creare un piccolo volume che trasmettesse il nostro entusiasmo nel promuovere idee innovative in tutte le loro espressioni e forme, ci è sembrato doveroso dedicarlo ai 17 obiettivi della ‘Agenda 2030’ che delineano un grande programma d’azione che mira ad assicurare uno sviluppo sostenibile da qui fino alla fine del decennio e oltre”.

“Per rappresentare al meglio il contenuto di questo nostro programma sul futuro dell’urbanizzazione – aggiunge Ivan Guinetti, amministratore unico e partner di Idee Urbane – abbiamo scelto di avvalerci di un illustratore come Salvatore Liberti, che è da sempre molto attento a trasmettere temi di attualità attraverso le se opere. Con queste 12 illustrazioni, interpretate secondo la sua personale visione, ci auguriamo di trasmettere in chi le potrà visionare lo stesso desiderio di cambiamento e fiducia verso un futuro più equo, inclusivo e sostenibile, non solo dei centri abitati ma dell’intero pianeta, che anima il nostro spirito e dà forza alla nostra visione.”

Classe 1983, Salvatore Liberti è nato a Napoli, dove ha frequentato l’Università Orientale. Appassionato di disegno, coltiva diverse passioni come quelle per le mappe, i viaggi in bicicletta e l’arte culinaria. Da luglio del 2016 è Chief Creative Officer presso iGoOn. Collabora con il Corriere della Sera e per la newsletter Futura da dicembre 2016, con Vanity Fair da novembre 2017, con Napoli MONiTOR da dicembre 2017 e da marzo 2019 con il Foglio. Ha partecipato a diversi festival di illustrazione tra cui Treviso Comic Book Festival, RATATÀ, Crack – fumetti dirompenti, UE’ underground eccetera, Fruit Exhibition, OIOI editoria indipendente, OLÈ – Oltre L’Editoria, Be comics Padova, Habitat Fair Empoli, Fanzineist Vienna, I NEVER READ ART BOOK FAIR BASEL.