Fragranze: sono oltre 10 mila, tra le più amate bergamotto, muschio e ginepro

Sono oltre 10.000 le fragranze stimate dalla rivista online Spot And Web presenti in Italia, che vanno ben al di là di quelle che comunemente si immaginano. Non esiste una banca dati ufficiale anche se qualche tentativo di censirle è stato fatto, come quello di Silvia Dassogno che nel 2019 ha ideato un percorso sensoriale con i profumi della zona di Morterone in provincia di Lecco.

L’Italia è uno dei ‘produttori’ più grandi del mondo di fragranze, una ricchezza incredibile dovuta anche alla varietà del nostro territorio, la straordinaria biodiversità di zone anche molto vicine tra loro e l’eccezionale attitudine nostrana alla valorizzazione della vegetazione locale.

Alcuni esempi celeberrimi di fragranze più amate, anche all’estero, sono il bergamotto di Calabria e il limone di Sicilia, il muschio più tipico delle aree boscose del Molise, il ciclamino del Trentino e il pungente ginepro molto presente in Piemonte.

Mattia Alessio

Non tutte le profumazioni però sono adatte a tutti e tutte le occasioni, parola del più importante cleaning influencer d’Italia Mattia Alessio, creator del canale La casa di Mattia e seguito da quasi un milione di follower, che ha sviluppato con Etereal, brand di eccellenza nel settore della profumazione casa, una fragranza per tessuti e bucato.

Capodanno ad esempio va considerato un momento di ‘rinascita’ ed aspettative ed in virtù di questa natura le profumazioni più delicate e soft sono poco indicate. E’ il momento in cui si esprime speranza ed entusiasmo per il futuro, ripartenza, positività ed ottimismo. Spiega l’influencer: “L’ultimo dell’anno sono da preferire profumazioni vivaci, per esempio con un tocco di eucalipto come quella ideata in collaborazione con Etereal, che accendono l’energia che servirà a vivere un San Silvestro frizzante e spensierato”.

Ma i consigli non finiscono qui: anche la composizione gioca un ruolo fondamentale. Infatti, se è vero che l’aroma dell’ambiente deve accompagnare e non aggredire, è altrettanto vero che per ottenere un risultato equilibrato la soluzione non può essere troppo sofisticata per non correre il rischio di usarne troppa perché poco convinti della loro efficacia. “Sono da preferire – chiosa il creator – soluzioni con alte concentrazioni di oli essenziali che, oltre ad essere di originevegetale e grande naturalità, hanno una capacità di persistenza diversa da prodotti con caratteristiche meno qualitative“.

E nella coppia? Mantenere vivo il rapporto è un pas de deux e non è scontato quale possa essere il miglior atteggiamento, che sia di accordo o sorpresa reciproca. Così, per mantenere viva e stabile l’unione, è utile non seppellire la propria personalità: “All’interno della vita di coppia bisogna sempre sbalordire, aggiungere qualcosa di nuovo: il mio consiglio è portare la propria fragranza preferita e poi cercare un accordo, pur sempre mantenendo la propria profumazione all’interno della vita di coppia“. E se il coté femminile cercasse di imporsi? “Da rappresentante del sesso maschile posso dire che anche noi abbiamo il nostro naso, la scelta delle fragranze è diventata anche parte del nostro mondo e non abbiamo bisogno di aiuto nella scelta.”

Rimanendo in tema coppia Mattia Alessio si lascia andare ad un consiglio per la profumazione ideale: “Se dovessi scegliere una fragranza per lui immaginerei una profumazione fresca con una nota legnosa come brezza marina e per lei penserei più a fiori di primavera

La profumazione degli ambienti però non è di esclusivo interesse di coppie, famiglie, festività e non va sottovalutata. Sui giovani Mattia Alessio rileva: “L’argomento profumazione e fragranza anche per i giovani è molto importante. Nel momento della condivisione, quando si inizia ad esempio ad andare a vivere da soli piuttosto che condividere gli spazi con un coinquilino all’università: dare all’ambiente una fragranza e quindi un carattere del luogo in cui viviamo è una cosa che anche i giovani stanno scoprendo sempre più”.