Elena Berardi nuova partner di Schwa

Elena Berardi, ex McKinsey e Generali, entra in Schwa, società di brand consulting guidata da Helen Nonini, con l’incarico di sviluppare e supervisionare le attività della società in ambito Diversity, Equity & Inclusion: mondi in cui Berardi ha maturato una decennale esperienza, fino a ricoprire il ruolo di Global Head of Diversity & Inclusion in Generali.

Schwa indaga nuove opportunità di business legate alla componente sociale del profilo ESG delle aziende, indirizzando il proprio orientamento verso nuovi mercati e nuovi segmenti target adottando un approccio interfunzionale. Questo mira a individuare e ottimizzare pratiche, politiche e processi inclusivi introducendo funzioni aziendali quali marketing e comunicazione, nella realizzazione e completamento del piano strategico DEI.

Elena Berardi

Berardi, laureata in Economia aziendale presso l’Università Luigi Bocconi di Milano, vanta una consolidata esperienza nazionale e internazionale: inizia la sua carriera professionale in McKinsey&Co nel 2002, società di consulenza manageriale globale, in cui intraprende una specializzazione nel settore assicurativo diventando responsabile della European Research Insurance Practice a Londra. 

Successivamente, nel 2008, entra a far parte del Gruppo Generali dove sviluppa progetti di business e trasformazione culturale. Berardi, in questi anni, matura un reale interesse e una solida esperienza nell’ambito delle risorse umane, con particolare attenzione a diversità, equità ed inclusione. 

Nel 2015 ha infatti l’opportunità di contribuire attivamente alla creazione e allo sviluppo della divisione strategica Diversity and Inclusion del Gruppo, al fine di creare consapevolezza ed evidenziare il potenziale valore delle differenze interne. 

Negli ultimi anni, e fino al 2021, ha inoltre l’opportunità di guidare il processo di revisione della gestione dei talenti e della pianificazione delle successioni del gruppo dirigenziale, coordinando le attività di valutazione delle competenze e progettando i percorsi di carriera per le posizioni apicali dell’organizzazione. Non solo, la sua carica sensibilizza una forza lavoro globale diversificata e inclusiva, volta a elevare ulteriormente le prestazioni dell’organizzazione.