L’eccellenza della tradizione nei menu’ delle feste dell’Antica Osteria Cavallini

Natale al ristorante? Settimo e Adele Cavallini che aprirono il loro locale proprio il 24 dicembre del 1934, proprio la vigilia di Natale, non hanno avuto dubbi. Un menù ad hoc, nel rispetto della tradizione milanese, e un’atmosfera calda e accogliente hanno dato il via all’Antica Osteria Cavallini di Via Mauro Macchi, 2 a Milano. Un azzardo, visto i tempi in cui la convivialità delle feste era soprattutto tra le mura domestiche ma che si è rivelato un’avventura lungimirante.

Oggi, quel ristorante che, pur nelle innovazioni, continua a essere  punto di riferimento ideale per celebrare le feste con animo sereno gustando una cucina di eccellenza. 

Ben quattro sono i menù disponibili per Natale. Due con i piatti classici e della tradizione e due, invece, dove protagoniste sono le specialità del mare. E, se nei primi due troviamo uno straordinario risotto alla milanese, la cotoletta con osso di vitello e il guanciotto di manzo brasato al Nebbiolo oltre a un raffinato primo di cappelletti con ragù bianco e tartufo nero, le proposte di mare sono altrettanto allettanti. Di nuovo il risotto, ma con i gamberi rossi di Mazara e la calamarata con ragù di mare e profumo di bottarga sarda. E, a seguire, freschissimi filetti di branzino e di orata accompagnati da verdure di stagione.

Per i dessert è d’obbligo rispettare la tradizione, con il classico panettone di pasticceria accompagnato dalla crema al mascarpone.

I prezzi proposti  sono compresi tra 65 gli 80 euro, per il menu completo.

Un’esperienza di gusto che l’antica Osteria Cavallini ripropone anche quest’anno per la cena di San Silvestro, in quella meravigliosa oasi all’aperto che è il giardino d’inverno. Un’occasione straordinaria per un capodanno “sotto le stelle”. Infatti, a regalare tepore e comfort è una speciale pavimentazione realizzata con un innovativo sistema che permette di produrre un riscaldamento gradevole ed efficace che “non scalda l’aria ma tutto il corpo” .

Qui, dopo il brindisi di benvenuto, a sedurre anche i palati più esigenti saranno prima di tutto gli antipasti, a base di tartare di ricciola, salmone e scampo reale e una catalana di gamberi rossi e polpo del Mediterraneo. L’immancabile risotto, poi, diventa regale, realizzato con champagne e aragosta così come lo sono i delicati tortelli di branzino. Due i secondi, a scelta: trancio di ricciola o filetto di manzo con salsa al tartufo.

Panettone e dolcetti per aspettare la mezzanotte e, dopo il brindisi all’anno nuovo, è la volta di un irrinunciabile classico: cotechino Vecchio Varzi e lenticchie di Castelluccio.

Il prezzo della cena è veramente speciale : € 130, vini esclusi.