Lancia ed Ente Nazionale Sordi vincono il Premio alla Pubblicità Socialmente Responsabile

Si è svolta, presso l’Aula Giubileo dell’Università LUMSA, la XX edizione del Premio San Bernardino per la pubblicità socialmente responsabile. 

L’evento è organizzato da LUMSA e Ispromay, con il patrocinio del Dicastero per la Cultura e l’Educazione e del Centro Responsabilità Sociale San Bernardino. Il Premio è dedicato alle migliori campagne pubblicitarie, Profit e Non Profit, che vogliono veicolare messaggi etici per indurre un cambiamento positivo nella società, scelte tra una rosa di quelle prodotte e diffuse nel corso dell’anno.

Ad aggiudicarsi il premio per la categoria Profit è stata la campagna “Punch”, di Lancia con l’agenzia Armando Testa. Lo spot è una condanna alla violenza sulle donne; secondo la giuria il messaggio, in modo breve e immediato, vuole risvegliare le coscienze e rendere sensibili e responsabili verso quella che è ormai un’emergenza; Punch diventa così il manifesto con cui Lancia prende posizione al fianco delle donne. Hanno ritirato il Premio Simone Gigante, Brand Content Manager Lancia e Federica Tos, Account Supervisor dell’agenzia Armando Testa. 

Per la categoria Non Profit conquista il premio la campagna “The sign dance” di ENS, Ente nazionale sordi, con l’agenzia Dlvbbdo. Lo spot vuole istruire il pubblico alla LIS, la lingua italiana dei segni che nel 2021 è stata riconosciuta come lingua ufficiale, ma che ad oggi ancora poche persone conoscono. Presente alla manifestazione Nicola Della Maggiora, rappresentante del progetto; il servizio di interpretariato è stato curato per l’intero evento dalla dottoressa  Laura Santarelli dell’AES, Accademia Europea Scuola Interpreti LIS, insieme a Moira Sbriccoli.

La giuria di esperti che ha assegnato i premi è composta da: Lucio Brunelli (giornalista ed ex direttore di Tv2000), Alberto Contri (Past President di Pubblicità Progresso), Sara Gandolfi (giornalista Corriere della Sera), Nataša Govekar (Direzione Teologico Pastorale, Dicastero Vaticano per la Comunicazione), Gennaro Iasevoli (Prorettore alla Ricerca e all’Internazionalizzazione dell’Università LUMSA, Luca Pandolfi (docente Università Urbaniana), Marco Tarquinio (Direttore Avvenire), Egidio Maggioni (Presidente del Premio e della giuria).