Italia fattore campo

Un incontro tra passato, presente e futuro del mondo del calcio, con la speciale e inaspettata partecipazione di due Campioni del Mondo del 1982: Claudio Gentile e Giampiero Marini. Nelle loro parole e nei loro ricordi è stato possibile ripercorrere 50 anni di storia sportiva. Dai tempi del glorioso Varese del presidente Borghi, dove entrambi hanno giocato nelle giovanili, della fine degli anni ’60 e inizio anni ’70: periodo in cui da piccola squadra di provincia, il Varese riesce ad arrivare nella massima serie del campionato italiano e a sconfiggere squadre ben più blasonate, come Juventus (memorabile il 5 a 0 casalingo del 1968) e Inter; passando per il mondiale di calcio del 1982, che vide l’Italia primeggiare partendo però da sfavorita; fino ad arrivare ai prossimi campionati del mondo, in Qatar, particolari per l’insolito periodo in cui verranno giocati (tra novembre e dicembre).

Due punti di vista unici sui cambiamenti che hanno investito il calcio e le persone che vi girano intorno. Un mondo completamente diverso da quello che hanno vissuto i protagonisti dell’incontro, dove l’ambiente quasi familiare dello spogliatoio e della vita con i compagni di squadra ha lasciato spazio a egoismi personali, di giocatori e procuratori, a organici tecnici elefantiaci, a stipendi sempre più alti e a budget societari sempre più in rosso.

Il tutto condito, è il caso di dirlo, dagli aneddoti, dalle curiosità e dalle osservazioni pungenti di Vito Romaniello, giornalista, storico del calcio ed esperto di enogastronomi