Yamaha Motor Europe e Armando Testa presentano R125: R connection

Yamaha Motor Europe lancia R125, la moto racing sviluppata secondo il DNA della serie R Yamaha. L’agenzia Armando Testa racconta l’R-World conun video magnetico ed eccitante che porta alla luce tutta la passione per le moto da corsa attraverso il concetto di connessione: la connessione tra chi guida R125 e la moto stessa, tra il rider e la pista, l’asfalto che brucia sotto le ruote e l’adrenalina che scorre dando emozioni uniche. 

E ancora la connessione tra i rider e i loro grandi sogni, le aspirazioni e le grandi competizioni mondiali. Attraverso un doppio voice over recitato all’unisono, due ragazzi (un uomo e una donna) sono attratti dalla moto e dalla passione che li unisce. 

Il claim di campagna “R connection” punta tutto su questo irresistibile magnetismo e vuole fissare in R125 un punto di incontro tra due mondi profondamente connessi. Le due declinazioni di R125, da pista e da strada, mettono in scena un’esperienza dinamica e coinvolgente che esplicita appieno il brivido di un target giovane pronto a metterci tutto il cuore e la potenza per superare ogni limite personale, sfidando il tempo e gli ostacoli. La connettività, grazie al nuovo sistema bluetooth integrato, gioca un ruolo importante all’interno della narrazione: una feature indispensabile ed innovativa che dà la possibilità di registrare le proprie prestazioni e migliorare le performance spingendo i rider a dare il massimo di sé. 

La creatività è interamente firmata da Armando Testa che insieme alla casa di produzione interna AT Studios ha realizzato per Yamaha un lancio pieno di passione adrenalinica.

CREDITS:

Cliente: Yamaha Motor Europe

Agenzia: Gruppo Armando Testa

Direzione creativa esecutiva: Nicola Cellemme e Georgia Ferraro

Creative supervisor: Sébastien Sardet

Team creativo: Marcello Maiorana e Mariacarmen Ranieri

Client service team: Sascha van der Plas e Martina Conterio

Cdp: AT Studios

Director: Michele Sirigu

Color correction e post produzione: BAND

Fotografo: Alessio Barbanti

Post-produzione foto: Sara Lucchetta e Angelo Trincone

Musica: Guido Smider