Elio Catania Presidente del CdA di Mexedia

“Sono onorato di entrare nel team di Mexedia, un gruppo innovativo che opera su scala internazionale in un settore in grande sviluppo. Cercherò di mettere a disposizione quanto ho accumulato in tanti anni nell’applicazione delle tecnologie a tante aree di business.” Lo ha dichiarato Elio Catania in occasione della nomina a Presidente di Mexedia, la tech company fondata dall’imprenditore Orlando Taddeo.

Elio Catania

Catania, già Presidente ed amministratore delegato di IBM Sud Europa e America Latina, Presidente e amministratore delegato di Ferrovie dello Stato e di Atm-Azienda Trasporti Milanesi, è stato membro, tra gli altri, dei CdA di Intesa San Paolo e Telecom Italia.

La tech company, quotata in Francia sul listino Euronext Growth Paris e diventata da maggio Società Benefit, ha chiuso il 2021 con un fatturato consolidato di 131,8 milioni di euro e 7 milioni di EBITDA e negli highlights relativi al 30 giugno 2022 conferma un trend dì crescita che registra 83 milioni di euro dì fatturato e 4 milioni dì EBITDA.

L’azienda offre soluzioni innovative e strumenti avanzati racchiusi in un unico ecosistema tecnologico integrato per consentire alle aziende di gestire tutte le attività di comunicazione con i clienti.

“La scelta del Presidente Catania – dichiara il fondatore ed amministratore delegato di Mexedia Orlando Taddeo –  di guidare il nostro CdA è un ulteriore tassello per la crescita di Mexedia. La sua esperienza nell’ambito dell’innovazione tecnologica darà un apporto fondamentale allo sviluppo e alla crescita dell’azienda secondo il piano strategico definito”.

Mexedia ha annunciato a settembre l’acquisizione di Phonetime e Matchcom, rafforzando così la sua presenza negli Stati Uniti e Sud America. Le due società, che hanno un fatturato complessivo di circa 300 milioni di dollari, hanno un ruolo di primo piano nel settore di riferimento ed una forte presenza nel mercato statunitense e dell’America Latina, con un’ampia rete di più di 450 clienti a livello globale, tra cui operatori di telefonia fissa, mobile ed OTT (come Amazon e Facebook) e quartier generale negli Usa, a Miami, e sedi in Brasile, Colombia, Cile, Spagna ed India.

A queste due acquisizioni seguirà entro dicembre quella di Intermatica, società operativa dal 1997, piattaforma per la fornitura di VAS (servizi a valore aggiunto) per il mobile ed il satellitare.