Si conclude la campagna 2022 con cui Finale Ligure si è raccontata attraverso le storie dei suoi protagonisti

Outdoor, natura, cultura, mare, gusto: cinque filoni tematici per una promozione turistica del territorio che passa attraverso le storie, i volti e le voci degli abitanti e delle persone che lavorano ogni giorno per rendere un luogo “un posto perfetto”. 

È accaduto a Finale Ligure, che nel 2022 ha scelto di presentarsi attraverso la campagna di comunicazione “My Perfect Place”, che ha messo al centro le persone finalesi e le loro storie. Storie che rappresentano concretamente l’impegno quotidiano di una comunità locale che giorno dopo giorno si prende cura del luogo che abita, vive e ama, per renderlo sempre più vivo, attrattivo e accogliente per i suoi abitanti e per i turisti. 

Un mensile online, un progetto fotografico e una web serie sono i tre strumenti principali della campagna corale della destinazione turistica. Attraverso le storie di persone vere, impegnate nella cura e nelle azioni rivolte alla tutela del patrimonio, del paesaggio, dell’ambiente e del territorio, Finale ha voluto affermare così il valore intrinseco al proprio prodotto turistico, garantito proprio dall’impegno testimoniato dalle persone che quel prodotto lo fanno tutti i giorni: dai ristoratori alle guide turistiche e naturalistiche, dagli albergatori ai produttori delle eccellenze del territorio, dagli sportivi dell’outdoor, tra terra e mare, ad artigiani, commercianti ed esponenti del mondo dell’arte e della cultura finalese.  

Nel progetto “Persone”, 30 scatti del fotografo Corrado Murlo, specializzato in ritratti e fotografia documentaristica e creativa, raccontano altrettante storie finalesi, per far emergere un’immagine a tratti inconsueta delle persone e del loro legame con il territorio. Ne è scaturita una mostra fotografica, reale, durante tutta la scorsa estate nei Chiostri di Santa Caterina, e virtuale, sempre visibile sul sito web VisitFinaleLigure.it. 

Agli scatti fotografici si collegano le storie dei protagonisti, pubblicate ogni mese sulla testata online “My Perfect Place”, ma anche la web serie “The Perfect Place”, realizzata da Artescienza per la regia di Samuele Wurtz, di cui si è appena conclusa la prima stagione. Cinque video storie dedicate rispettivamente a outdoor, natura, cultura, mare e gusto, raccolte durante conversazioni con i protagonisti sullo sfondo del territorio finalese. 

La campagna low-budget, che si è articolata principalmente su canali digital, ha saputo raggiungere obiettivi importanti. Sono sicuramente significativi i dati della comunicazione digitale, con la newsletter “My Perfect Place” che registra una media di apertura del 48.9%, il profilo Instagram Visit Finale che ha segnato un incremento del 2.153% nella copertura dei posti e del + 31% nelle visite e la pagina Facebook che ha conquistato +1.146% in copertura, + 417% in like e + 158% in visite.  

A curare la campagna “My Perfect Place”, commissionata dal Comune di Finale Ligure, è stata l’agenzia di comunicazione savonese Studiowiki, associata a UNA – Aziende della Comunicazione Unite e membro di DE.DE – Destination Design, la rete di imprese assegnataria del servizio di gestione turistica della destinazione Finale Ligure.