Regione Umbria e Amazon: inaugurata la vetrina Made in Italy dedicata alle eccellenze umbre

Regione Umbria e Amazon annunciano oggi un’intesa volta a sostenere le piccole e medie imprese con attività di promozione e formazione digitale dedicate. L’accordo prevede infatti di sostenere la digitalizzazione e l’internazionalizzazione delle piccole e medie imprese del territorio, la promozione dei prodotti Made in Italy, attraverso la vetrina Amazon Made in Italy e il lancio di una vetrina dedicata ai prodotti Umbri e l’organizzazione di attività formative dedicate alle piccole e medie imprese.      

La Presidente della Regione Umbria Donatella Tesei ha sottolineato che “La partnership con Amazon rappresenta un’opportunità molto importante per la nostra Regione. Sempre più spesso la pubblica amministrazione ha bisogno di fare squadra con quei leader di mercato che possono contribuire a far crescere anche le realtà più piccole. Con questa collaborazione le nostre eccellenze Made in Umbria potranno essere conosciute più facilmente a livello internazionale, penetrando in mercati dove sarebbe più difficile arrivare senza una vetrina così ampiamente diffusa come quella di Amazon”. 

L’Assessore allo Sviluppo Economico Michele Fioroni ha inoltre aggiunto che “L’accordo con Amazon si inserisce in una politica che vuole offrire alle PMI tutti gli strumenti necessari per avviare un processo di crescita dimensionale efficace. Nella collaborazione, internazionalizzazione e digitalizzazione sono al centro, un binomio che ormai stiamo promuovendo fortemente anche a livello regionale. La pandemia ha accelerato un trend inevitabile, quello dell’e-commerce. Negli ultimi due anni l’export è continuato a crescere e lo ha fatto soprattutto attraverso il digitale, premiando quelle realtà in grado di gestire strategie multicanale. Ora con Amazon diamo alle nostre imprese, anche quelle più piccole, uno strumento potente in più, per aiutarle a differenziare le proprie strategie e lo facciamo puntando anche sul rafforzamento delle competenze, permettendogli di apprendere come si costruiscono strategie di e-commerce di successo da un leader di settore indiscusso”. 

“In uno scenario complesso come quello odierno che presenta continue sfide per le nostre imprese, diventa ancor più fondamentale la capacità di fare rete, elemento fondamentale dell’azione del Sistema Paese” – afferma Carlo Ferro, Presidente di ICE Agenzia.- “Digitalizzazione e innovazione sono le parole chiave per riportare le nostre imprese, particolarmente le PMI, sui mercati internazionali e guidano la strategia di ICE Agenzia articolata in 20 nuove azioni che quattro anni fa non facevamo. Stiamo puntando parecchio sull’e-commerce, in questi anni abbiamo portato a vendere online oltre 7000 Pmi su 33 vetrine del Made in Italy in 29 Paesi nel mondo, e risultati ci sono se consideriamo che il peso dell’export online sull’export totale è aumentato dal 6 al 9% in tre anni. L’accordo che lanciamo oggi è parte integrante di questa strategia e lo è proprio su un territorio, come quello umbro, che ha un’ottima propensione all’export. Faccio i miei migliori auguri alle imprese del territorio, al team della Regione Umbria e Amazon.”

Sono più di 300 le piccole e medie imprese umbre che vendono su Amazon.it e nel 2021 hanno raggiunto oltre 6 milioni di euro in vendite all’estero. Grazie a questo accordo, a partire da oggi, i prodotti umbri Made in Italy, sono disponibili in una sezione regionale dedicata nella vetrina Amazon Made in Italy. 

Oltre il 45% della selezione dei prodotti umbri su Amazon Made in Italy è presente nella categoria Fashion e oltre il 15% nella categoria Food.

La selezione di oltre 2.000 prodotti spazia dalle specialità enogastronomiche, come l’Olio Extravergine di Oliva 100% ITALIANO Estratto a Freddo di Gnavolini Raccolta Sapore, il Tartufo Estivo Intero 50g Conservato in vaso, e il Vino Sauvignon Blanc Castello della Sala Conte Della Vipera Umbria IGT, ai capi artigianali in Cashmere, come maglioni invernali da donna e sciarpe da uomo.

“La mia azienda nasce agli inizi degli anni Ottanta, ai piedi della città di Assisi, dalla passione e dall’attaccamento di mio padre per la sua terra e i suoi olivi”. Racconta Gianmichele Gnavolini, titolare dell’omonima Gnavolini Raccolta e Sapore, piccola azienda di Bastia Umbria. “Nata come impresa di stampo tradizionale, abbiamo da sempre rifornito del nostro olio extravergine di oliva privati, negozi, catering e ristoranti. La pandemia ha decretato la momentanea sospensione e chiusura delle attività dei nostri principali clienti e l’e-commerce si è rivelato un salvagente e un trampolino di lancio per nuove dinamiche commerciali. È proprio a marzo 2020 che risalgono le nostre prime vendite su Amazon, grazie alle quali non solo abbiamo evitato una forte crisi, ma abbiamo raddoppiato il nostro normale fatturato. Grazie alla vetrina Made in Italy di Amazon e il servizio di Logistica, stiamo inoltre sviluppando un piano di vendita internazionale. L’obiettivo? Far conoscere in tutta Europa il Made in Umbria”. 

L’intesa prevede anche un percorso di formazione gratuito, nell’ambito di Accelera con Amazon, che includerà un Bootcamp, vale a dire un corso intensivo gratuito, progettato da MIP Politecnico di Milano e tenuto online da Amazon, in collaborazione con Regione Umbria. Sarà aperto a 100 piccole e medie imprese e startup, con l’obiettivo di sviluppare e rafforzare le competenze necessarie a vendere online. I partecipanti apprenderanno i vantaggi della costruzione di un marchio online e dello sviluppo di strategie di vendita che li aiutino a distinguersi nel mondo digitale. Sarà inoltre organizzato un webinar dedicato alle imprese locali per far conoscere loro la vetrina Amazon Made in Italy come ulteriore strumento a supporto delle vendite dei propri prodotti.

“Siamo consapevoli che la strada della multicanalità e della digitalizzazione non è sempre semplice per le piccole e medie imprese. A supporto di questa evoluzione e dell’intero tessuto imprenditoriale italiano, siamo convinti che la collaborazione tra settore pubblico e privato possa fare la differenza. Crediamo fortemente in questa sinergia e siamo molto entusiasti della costante collaborazione con Agenzia ICE e dell’accordo annunciato oggi con Regione Umbria a favore di tutte le imprese umbre che decideranno di aprirsi al digitale anche attraverso concrete opportunità di formazione e internazionalizzazione del proprio business”, dichiara Anna Bortolussi, General Manager Brand Owner e Seller Success di Amazon.

La vetrina Made in Italy di Amazon
Con l’inaugurazione della vetrina dedicata ai prodotti tipici umbri, arriva a 15 il numero di percorsi regionali presenti all’interno della vetrina Made in Italy di Amazon, lanciata nel 2015 con l’obiettivo di valorizzare i prodotti Made in Italy delle piccole e medie imprese e degli artigiani italiani che vendono su Amazon. Ad oggi, la vetrina comprende oltre 1 milione di prodotti provenienti da 4.500 artigiani e PMI, ed è disponibile non solo per i clienti di Amazon.it, ma anche di Amazon.de, Amazon.fr, Amazon.es, Amazon.co.uk, Amazon.com, Amazon.co.jp e Amazon.ae.

Amazon ha lanciato la nuova sezione regionale dedicata all’Umbria anche grazie al contributo che deriva dal più ampio “Accordo di Collaborazione” con l’Agenzia ICE, per sostenere le piccole e medie imprese italiane aiutandole a digitalizzarsi e a vendere i prodotti locali sia in Italia che all’estero. A partire dal 2019, infatti, oltre 2.000 piccole e medie imprese italiane hanno iniziato a vendere su Amazon grazie all’accordo con Agenzia ICE, rendendo disponibili oltre 240.000 nuovi prodotti per i clienti di Amazon. 

Le aziende umbre interessate a far parte della vetrina Made in Italy di Amazon.it possono visitare questo link

I corsi di formazione di Accelera con Amazon
Nell’ambito dell’Intesa, le imprese interessate potranno cogliere nuove opportunità di crescita anche grazie ad Accelera con Amazon, un programma di formazione gratuito realizzato da Amazon insieme a partner istituzionali e aziende private, che nel 2021 ha visto il coinvolgimento di oltre 11.000 piccole e medie imprese italiane (PMI) e che ha l’obiettivo di accelerare la crescita e la digitalizzazione di ulteriori 20.000 PMI entro la fine dell’anno, promuovendo un percorso di formazione necessario per poter essere competitivi a livello internazionale.