Citynews: con FerraraToday raggiunta quota 53 testate territoriali

Da oggi, la nona testata in Emilia Romagna porta a 53 le edizioni di prossimità che si aggiungono al quotidiano nazionale Today.it.

FerraraToday è la nona edizione Citynews in Emilia Romagna, dove è presente già da molti anni a Bologna, Modena, Parma, Piacenza, Cesena, Forlì, Ravenna e Rimini. La direzione della testata è affidata a Fabio Campanella, direttore delle edizioni romagnole di Citynews, con le quali condivide una vicinanza sia territoriale che di tessuto e interessi economici ed imprenditoriali. 

“Con FerraraToday concludiamo il trittico di nuove aperture previste per il 2022 – afferma Luca Lani, CEO e co-founder di Citynews –. Le due precedenti di PordenoneToday e ViterboToday, inaugurate esattamente un mese fa, erano le prime dopo oltre 2 anni, durante i quali abbiamo deciso di concentrarci sul consolidamento del business e delle redazioni esistenti”.

“Nella prima parte di quest’anno – conclude Lani – ci siamo concentrati su progetti innovativi che puntavano ad elevare la qualità del nostro prodotto editoriale. Nella seconda metà di questo 2022, così ricco di eventi molto rilevanti, sia di portata nazionale che globale, abbiamo ricominciato a crescere anche sulla copertura territoriale, andando a presidiare un’altra area importante e completando quasi del tutto la nostra presenza in una delle regioni più popolose e ricche del Paese”.

Una media di 45 mila contenuti di prossimità al mese di cui 1.700 video notizie prodotte dai videomaker Citynews presenti in 23 città italiane. Queste cifre esprimono in maniera sintetica ed efficace la dimensione e la pervasività raggiunte dal digital publisher negli ultimi anni. Aspetti quantitativi ai quali vanno aggiunte le caratteristiche qualitative che garantiscono l’unicità di Citynews: la presenza fisica, con redazioni, giornalisti, collaboratori e freelance, nei territori che quotidianamente vengono raccontati, l’autorevolezza editoriale che deriva dallo scrupoloso controllo delle fonti e dalla rapida verificabilità dell’informazione da parte di lettori e stakeholders, senza dimenticare la natura e la fruizione esclusivamente digitale che comporta una costante innovazione tecnologica.