L’articolo sulla radio di un periodico con più contenuti e colori

di Claudio Astorri www.astorri.it – Non ho mai letto sui periodici italiani articoli così stimolanti e di impatto sul mezzo Radio, sui suoi perché e sui punti di forza. Da oggi c’è un nuovo precedente interessante e creativo e l’ha prodotto la testata “VIVERSANI e BELLI”. Grazie!

Qualche giorno fa mi ha chiamato al telefono Tiziano Zaccaria, un giornalista che scrive per la testata “VIVERSANI e BELLI“. Mi chiede un confronto di qualche minuto perché sta per scrivere un articolo sulla Radio e mi ha individuato sul Web come fonte di informazione attendibile. Mi sono subito chiesto perché una testata che è un riferimento per la salute e la bellezza si voglia occupare di Radio. Peraltro i giornalisti della carta stampata sono noti per quanto ignorino con costanza qualsiasi cosa interessante che accada nei nostri programmi o nelle nostre stazioni.

Mi sono risposto che una delle missioni della Radio è “Make People Feel Better” e questo è certamente un aspetto che rientra nel servizio e nell’idea editoriale di “VIVERSANI e BELLI“. L’approccio poi del suo giornalista mi faceva pensare a qualcosa di creativo, non a un suo articolo classico nelle narrazioni e soprattutto nelle conclusioni. Con le mie riflessioni risolte trascorro con Tiziano Zaccaria al nostro appuntamento circa 20 minuti al telefono. E il suo prodotto è l’articolo di 2 pagine sul numero del 23 settembre 2022 che qui si può vedere.

Un articolo prima da vedere che da leggere. Come da ricetta della testata. Tanti box, tante info ben riportate, tante immagini, molti colori. In sole 2 pagine. E ci si occupa della Radio nel senso ampio e del mezzo. E si spiegano le ragioni del suo successo crescente nonostante previsioni, sempre nefaste e spinte dal digitale. Solo piccole inesattezze. Rarità. Ringrazio Tiziano Zaccaria e “VIVERSANI e BELLI” anche per la citazione di Claudio Astorri, con tanto di piccola foto e di qualifica, come consulente dell’articolo. Scrivere e descrivere di Radio si può, anche sulla carta.