Antonio Langella nuovo Strategy Leadde I MILLE Agency

I MILLE, agenzia di comunicazione e studio di design, annuncia l’ingresso di un nuovo Strategy Lead, Antonio Langella. La sua figura guiderà il team strategico della Creative Agency, ovvero la business unit de I MILLE che si occupa di advertising, social, activation e branded content.

Antonio Langella

Le caratteristiche che Langella metterà in campo con il suo ruolo sono l’attenzione alle nuove generazioni, che sono il primo ingresso verso il futuro, e alle community, per avere un impatto e generare valore ad un livello più sociale; e infine l’analisi dei dati, per orientarsi e interpretare correttamente la direzione suggerita da ciò che viene raccolto.

“Per riuscire a dare valore alle aziende e alle persone bisogna essere in grado di gestire il cambiamento, che è il concetto fondante e anche, a mio parere, più affascinante della contemporaneità. – afferma Antonio Langella –  L’obiettivo del mio lavoro è essere sempre al corrente delle trasformazioni nelle abitudini per riuscire a elaborare strategie che siano non solo funzionali, ma anche impattanti ad un livello più profondo. E magari contribuire a loro volta al cambiamento.”

Spinto dall’interesse per le persone, i loro comportamenti e i trend che seguono, Langella ha seguito un percorso di studi multidisciplinare tra sociologia, semiotica ed evoluzione dei media. Dopo una prima esperienza lavorativa in azienda, si sposta poi nel mondo delle agenzie, prima in Ambito5, poi in ZooCom e Together, dove ha avuto l’opportunità di lavorare con clienti come Costa Crociere, Randstad, Sky, Viacom, Mondelez, Enel Pay, Control e Vodafone.

La scelta di entrare nel team de I MILLE nasce da una condivisione valoriale con l’agenzia, come la spinta internazionale, la capacità di cambiamento e la voglia continua di contaminazione, sia geografica che di competenze, in un contesto che riesce a toccare e unire diversi aspetti della comunicazione, che vanno dal design, ai social, all’advertising. 

“Mi entusiasma essere arrivato in un momento in cui l’agenzia è in trasformazione, in cui si percepisce che c’è un movimento. Mi piace l’idea di un gruppo di persone che si muove su un percorso tracciato da idee condivise perché è così che si riesce a convincere gli altri e a creare qualcosa in cui tutti si riconoscono. I MILLE lo fa con i brand e lo fa anche al suo interno, e in brevissimo tempo ha convinto anche me” conclude Langella.