Il Sole 24 Ore organizza la 1° edizione dell’evento “ECONOMIA DEL MARE”

Il Sole 24 Ore presenta la prima edizione dell’evento ECONOMIA DEL MARE. Nuovi scenari e sfide per la Blue Economy,dedicato all’industria marittima, settore strategico per l’intera economia nazionale e per la gestione delle imprese dei settori dei trasporti, della logistica, dello shipping e della portualità. L’evento si terrà giovedì 14 luglio dalle 10.30 alle 17.00 e sarà contemporaneamente in tre città:Genova (a bordo della Costa Firenze), Trieste (la Sala Oceania del Centro Congressi Stazione Marittima), Napoli (nei locali della Sala d’Amato dell’Unione Industriali). 

Il Convegno Economia del mare, alla sua prima edizione, vuole rappresentare un osservatorio annuale del Sole 24 Ore per il sistema dell’industria marittima italiana analizzandone il potenziale di crescita, gli scenari e le nuove sfide per gli operatori anche di fronte ai mutati equilibri geopolitici mondiali. Al centro della discussione la ricerca e l’innovazione per promuovere e sviluppare modelli sostenibili; la portualità come perno per la crescita dei traffici internazionali e l’innovazione tecnologica e digitale per i porti di nuova generazione; la formazione delle nuove competenze necessarie per svolgere i mestieri del mare; i macrotrend geopolitici e gli scenari evolutivi.

I porti italiani crescono e questa tendenza è destinata a rafforzarsi anche grazie al Pnrr che assegna ai nostri scali quasi 4 miliardi di euro. Siamo convinti che l’economia del mare sia una componente fondamentale per un Paese che vuole essere competitivo e attrattivo sotto il profilo commerciale e che vuole giocare il ruolo che gli compete negli scenari e nelle sfide geoeconomiche del Mediterraneo”spiega Fabio Tamburini, direttore de Il Sole 24 Ore –  Per questo, in un momento storico di grande evoluzione di assetti mondiali e di geopolitica, l’economia del mare può e deve rappresentare una grande leva allo sviluppo economico dell’Italia.”

“Abbiamo voluto questo appuntamento, che pensiamo possa diventare ricorrente, per dare un contributo fattivo allo sviluppo della nostra Blue Economy, coinvolgendo i protagonisti e i territori, in un momento cruciale e denso di opportunità e prospettive – aggiunge Federico Silvestri, amministratore delegato di  24 ORE Eventi -. L’entusiasmo con cui tre riferimenti come Genova, Trieste e Napoli hanno aderito ci dà un termometro dell’importanza di questo ecosistema nel quadro complessivo dell’economia nazionale e internazionale”. 

Fitta, infatti, la presenza delle autorità e istituzioni, a partire dal Ministro delle infrastrutture e della mobilità sostenibili Enrico Giovannini e dai partecipanti alla prima tavola rotonda dedicata a “Il Sistema Italia come hub strategico nella leadership dei traffici internazionali: le esperienze di Genova, Trieste e Napoli”, dove interverranno Giovanni Toti, Presidente Regione Liguria; Gaetano Manfredi, Sindaco di Napoli; Roberto Dipiazza, Sindaco di Trieste; Umberto Risso, Presidente Confindustria Genova; Michelangelo Agrusti, Presidente Confindustria Alto Adriatico; Vittorio Genna, Vice Presidente Unione Industriali Napoli con delega Economia Mare e Massimiliano Fedriga, Presidente Conferenza delle Regioni e delle Province autonome, Presidente Regione Friuli Venezia Giulia. 

Ricco il programma della giornata che vedrà la partecipazione, tra gli altri, di Vito Grassi, Presidente del Consiglio delle Rappresentanze Regionali e per le Politiche di Coesione Territoriale e Vice Presidente Confindustria; Andrea Annunziata, Presidente Autorità di Sistema Portuale del Mar Tirreno centrale; Zeno D’Agostino, Presidente Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Orientale; Paolo Emilio Signorini, Presidente Autorità di Sistema Portuale del Mar Ligure Occidentale; Mario Mattioli, Presidente Confitarma.

L’evento vede il coinvolgimento, in qualità di Main Partner, di Costa Crociere, Ferrovie dello Stato Italiane, Intesa San Paolo, Leonardo. Official Partner sono Enel, Rina, Start 4.0, Event PartnerèGrimaldi Group e PartnerAlpe Adria e Fincantieri Infrastructure Opere Marittime.