I consigli di Outbrain per il Marketing digitale delle PMI del Turismo

L’arrivo dell’estate è un momento particolarmente importante per i consumatori. Secondo Outbrain, una delle principali piattaforme di recommendation dell’open web, le vacanze estive generano soprattutto un picco di consumi che rappresenta un’importante fonte di ossigeno per molte aziende tramite le piattaforme e-commerce.

I canali online sono oggi il principale mezzo di comunicazione e vendita e sono particolarmente importanti per le aziende DFB (digital first brands), completamente digitali e D2C (direct to consumer), per cui le vendite dirette sono prodotte grazie alla digitalizzazione.

Di fronte a un consumatore iperconnesso, essere preparati ad affrontare un aumento della domanda di determinati prodotti e servizi è essenziale per sapere cogliere l’attimo. Per raggiungere questo obiettivo, la chiave sta nella creazione di una strategia di marketing digitale flessibile, capace di adattarsi alle esigenze, alle nuove abitudini e al contesto attuale.

Outbrain elenca alcune chiavi di lettura per la stagione estiva entrante, utili ad accompagnare il percorso delle strategie digitali delle PMI:

Maggiore disponibilità a spendere

Secondo una ricerca degli Osservatori Digital Innovation del Politecnico di Milano l’ecommerce B2c di prodotto raggiunge oggi in Italia i 34 miliardi di euro (+10% rispetto al 2021), con il settore alimentare a segnare un +17%, quello dell’arredamento un +14%, l’abbigliamento +10% e il settore beauty+8%.

L’attesa ripresa dei consumi sembra dunque arrivata insieme a una propensione dei cittadini a incrementare le proprie spese. Questo si traduce in un’opportunità per i piccoli e medi imprenditori che nel potenziare le loro strategie possono trarre vantaggio dall’aumento delle vendite. In questo senso, Outbrain sostiene che le tecniche di cross-selling o up-selling sono molto utili. Creare sinergie con altre aziende o puntare su offerte speciali in questo periodo pre-estivo è un altro buon modo per generare un maggiore impatto sui consumatori e una maggiore conversione.

Il consumo di contenuti digitali è in aumento

I dispositivi mobili consentono ai consumatori di rimanere connessi e di godere di un maggior consumo di contenuti che, per mancanza di tempo, non raggiungerebbero durante il resto dell’anno. Si tratta di un consumo più piacevole, attento e approfondito e, naturalmente, rappresenta una grande opportunità per i brand, sia in termini di awareness che di engagement.

La creazione di contenuti di valore e personalizzati in linea con gli interessi del pubblico target è fondamentale in questo periodo dell’anno. Un buon modo per offrirlo è quello di comprendere e incontrare per tempo cosa interessa realmente gli utenti. Uno strumento utile, completamente gratuito, in quest’ottica è rappresentato dalla piattaforma BrainPower di Outbrain. Per citare un caso analitico, utenti interessati a contenuti legati alla salute risultano essere interessati anche a contenuti sullo sport, quindi un’azienda dedicata al benessere potrebbe, ad esempio, offrire contenuti sull’impatto dello sport sulla salute.

Se questi contenuti vengono poi offerti anche in formato video, le possibilità di successo aumentano, poiché questo formato si è dimostrato un modo eccellente per mostrare un prodotto o un servizio in modo molto più tangibile. Permette inoltre di adattare la comunicazione e di presentare il messaggio in modo creativo.

Internet è la bussola per le scelte aziendali e consumer dell’estate

Sempre secondo i dati dell’Osservatorio milanese, Internet si conferma il primo Media in Italia per raccolta pubblicitaria, con una crescita del 24% e una quota di mercato del 46%.

Questo si traduce in un’opportunità per investire in strategie di digital marketing e advertising. Per le aziende del settore alberghiero, ad esempio, investire in un sito web reattivo e aggiornato con informazioni utili e accessibili per i consumatori può fare la differenza.

Esperienze di marca ricche e senza soluzione di continuità

Sebbene gli utenti consumino una maggiore quantità di contenuti durante l’estate, è anche un periodo in cui richiedono, più che mai, un’esperienza senza soluzione di continuità nel loro tempo libero. In questo senso, il native advertising è un investimento ottimale perché permette di raggiungere l’utente in modo organico e non intrusivo, in qualsiasi fase della sua navigazione online.

Inoltre, gli annunci nativi assicurano la Brand Safety grazie al loro inserimento in contesti editoriali premium che garantiscono ambienti sicuri. Ad attestarlo sono i dati di un recente studio globale condotto da Outbrain in collaborazione con Savanta, secondo cui il 75% dei consumatori di oggi si fida degli editori, mentre solo il 54% si fida dei social media. Gli annunci sui social media sono anche considerati il formato più invasivo.

Il native arricchisce inoltre l’esperienza digitale, grazie al suo inserimento in contenuti realmente rilevanti per il pubblico, alle opportunità di personalizzazione che offre e alla moltitudine di formati interattivi disponibili. Tutto questo permette di aumentare l’attrattività dei contenuti per offrire una brand experience innovativa.

In vista dell’estate, le PMI italiane hanno dunque l’opportunità di trasformare un contesto di incertezza in soluzioni e risultati concreti. È fondamentale comprendere le esigenze dei consumatori, i cambiamenti di abitudini allo stato attuale e le richieste per sviluppare strategie ottimali per questo periodo dell’anno. La pubblicità nativa, i video, i contenuti personalizzati e gli ambienti editoriali digitali contribuiscono in larga parte al successo delle aziend