In Italia NON c’è lavoro? La campagna omnichannel di EPICODE

EPICODE, società edu-tech tra le più in crescita in Europa, sta spopolando in questi giorni con la campagna #Dipendedatech, iniziativa di comunicazione basata sul contrasto tra il quadro a tinte fosche generalmente tratteggiato sulle attuali condizioni del mercato del lavoro nel nostro Paese, e le opportunità inespresse offerte dalle nuove professioni digitali. 

Con una serie di manifesti provocatori comparsi in molte zone di Roma e Milano – la principale in piazza Gae Aulenti uno dei luoghi più iconici della città lombarda – la campagna “smonta” in modo paradossale alcuni luoghi comuni sull’occupazione in Italia. “In Italia non c’è lavoro”, ma anche “il coding non è una cosa per donne” sempre con il “non” sbarrato: questi alcuni degli slogan dei manifesti sviluppati da EPICODE. 

“La campagna sta raggiungendo l’obiettivo sociale che ci eravamo prefissati: stimolare la discussione, informare e puntare l’attenzione su un settore, quello del tech, che vive di dinamiche totalmente opposte rispetto ai luoghi comuni con cui conviviamo ormai da anni. Le ricerche di lavoro in area ICT sono molte di più dei professionisti in grado di riempirli, e il gap continua a crescere mese dopo mese – spiega Marco Rosci, Co- Founder e Chief Marketing Officer di Epicode Abbiamo deciso con questa campagna di dare un messaggio forte ai nostri giovani e a chi in generale è in cerca di lavoro: oggi bisogna guardare da questa parte. In pochi mesi e senza rischio è possibile imparare a programmare ed entrare da subito nelle big del tech, con un contratto stabile e un futuro solido. Epicode è nata per questo, stiamo cambiando migliaia di vite e non vogliamo certo fermarci qui”. 

La campagna che si candida come una delle più impattanti e discusse dell’anno, prevede una strategia multicanale che, oltre ai manifesti presenti a Roma e Milano, include anche spot pubblicitari distribuiti in TV e su digitale, l’organizzazione di eventi, il lancio di un podcast condotto da Francesco De Carlo (in uscita il 5 luglio), un osservatorio sul mondo del tech, media partnership, video stories e un fitta attività social grazie al supporto di influencer del calibro di Eddy Beef, Andrea Galeazzi, Mikeshowsha, CiccioGamer, Stefano Lepri, Ramsk, ErGennaro e tanti altri (per un totale di 20 milioni di follower). 

Come un vero e proprio Career Accelerator del settore tech, EPICODE è già presente e attiva in tutta Europa con una community di talenti tech distribuita su tutto il territorio di cui il 50% è in Germania, Uk e Nordics e il 50% in Italia.