MioDottore sceglie Oceans come agenzia globale

MioDottore, l’azienda del Gruppo Docplanner leader in Italia nella prenotazione online di visite mediche, CRM e software dedicati ai medici che ottimizzano il processo di relazione e cura dei pazienti, sceglie Oceans di Marco Ruggeri per le strategie di comunicazione e marketing.

Oceans, agenzia on off con expertise internazionale, supporterà MioDottore nel valorizzare e raccontare asset e mission dell’azienda nata in Italia 6 anni fa con l’obiettivo di cambiare il rapporto tra cittadini e salute ampliando opportunità di cura, prevenzione ed efficienza del sistema sanitario grazie a una relazione più umana, tempestiva ed efficace tra medico e cittadino. MioDottore fa parte del Gruppo DocPlanner tra le maggiori realtà europee dell’health tech attiva in 13 Paesi con un team di 2200 persone e oltre 80 milioni di utenti serviti.

La piattaforma MioDottore ha due finalità fondamentali e intrinsecamente legate. Da un lato, offrire a ognuno la possibilità di accedere ai migliori dottori nel modo più rapido possibile all’interno di una community di eccellenza e con recensioni verificate. Dall’altro, fornire ai professionisti sistemi per gestire il flusso dei pazienti, digitalizzare le loro pratiche e migliorare l’assistenza post visita e il percorso di cura, dedicando il tempo risparmiato all’obiettivo primario: curare i pazienti esistenti e poterne assistere di nuovi, sempre meglio.

La campagna di Oceans, con il claim “Il tuo dottore, oggi” racconta con un copy sintetico le prerogative della piattaforma nella doppia veste di strumento che affianca i medici nella gestione dei pazienti e i pazienti nella scelta dei medici invitando a scoprirne le funzionalità e a entrare a far parte della community. Un visual accattivante incentrato sul protagonismo della figura dei dottori con i loro volti in primo piano richiama il logo MioDottore anche in chiave di brand awareness.  

Oggi in Italia per prenotare una visita con un bravo specialista un paziente aspetta settimane o anche mesi, metà dei pazienti rinuncia a prenotare l’incontro perchè una chiamata su due non riceve risposta e i medici perdono 1 ora al giorno in attività collaterali e gestionali che esulano dalla loro missione medica. Ma la tecnologia è la chiave per aiutare il sistema a crescere in efficienza, capacità di risposta e umanizzazione delle cure.

La nostra azienda opera in un mercato che è il più grande del mondo, il meno digitalizzato e quello a maggior impatto collettivo come ha dimostrato anche l’emergenza pandemia, e che soprattutto in un Paese come l’Italia ha necessità di migliorare molto ma ha anche grandi potenzialità di sviluppocommenta Luca Puccioni, Founder e Ceo di MioDottore –  Con il nostro ventaglio di soluzioni tecnologiche e consulenziali  alleggeriamo il personale medico da tutti quei compiti burocratici, organizzativi e di routine che incidono enormemente sulla capacità di presa in carico del paziente e sulla qualità della relazione con I cittadini. Vogliamo che il professionista torni a fare il Medico e che il paziente torni a sentirsi Persona, e davvero al centro del sistema.“

Una missione premiata anche dai numeri come conferma il successo della piattaforma, che ha raggiunto il break even a 3 anni dal lancio, e ottenuto lo status di “unicorno” nel 2020 per il Gruppo Docplanner come una delle aziende a più rapida crescita nel settore sanitario globale.

“Non vogliamo solo dare la possibilità di poter scegliere il medico senza affidarsi al passaparola, prenotare una visita senza perdere giorni in attesa, e dialogare in modo immediato, sicuro e in tutta serenità con il proprio specialista di fiducia. prosegue PuccioniMa abbiamo l’ambizione di far compiere un salto in avanti al sistema nazionale favorendo la diffusione di una maggiore cultura organizzativa, dell’alfabetizzazione digitale e dell’umanizzazione della relazione a partire dal rapporto quotidiano che ciascun cittadino sperimenta con l’universo medico e viceversa. Sotto questo profilo il ruolo della comunicazione sarà fondamentale perchè richiederà di dialogare con un ampio numero di stakeholder, di sensibilizzare in modo strutturato cittadini e medici ma anche di presidiare molto bene il territorio a livello locale, dove si incrociano I bisogni della salute”.  

Una prima creatività, on air da marzo in alcune città chiave, è stata sviluppata intorno al target medico e a quello dei pazienti attraverso una strategia di OOH\DOOH supportata da una pianificazione digital e di proximity.

“Siamo orgogliosi di essere stati scelti come agenzia globale da una realtà internazionale così importante e innovativa” ha dichiarato Marco Ruggeri CEO e Fondatore di Oceans ”La digitalizzazione della salute è la sfida del futuro e come tutti i cambiamenti culturali la comunicazione giocherà un ruolo centrale. Fin dalla nascita della nostra agenzia abbiamo guardato all’Health come a un settore chiave e questa importante acquisizione ci rafforza in questa categoria”.

L’incarico ad Oceans come agenzia globale di MioDottore avviene dopo un’ampia consultazione che ha visto coinvolte anche importanti realtà del panorama pubblicitario internazionale. Oceans è stata fondata da Marco Ruggeri nel 2020 dopo una lunga carriera per la maggior parte all’interno di WPP lavorando nelle principali agenzie pubblicitarie del Gruppo (Scholz&Friends, Y&R, RedCell) dove ha maturato un’expertise come Amministratore Delegato e General Manager. Anche in piena pandemia, Oceans è subito riuscita ad aggregare clienti e risorse di alto profilo attraverso un modello dinamico capace di coprire l’intera filiera marketing-comunicazione e in grado di offrire standard elevati con un livello di attenzione e cura per il Cliente tipico di strutture più snelle. In linea con questo approccio, MioDottore è seguito per la direzione creativa da Paolo Savignano e da Pier Luigi Scozzi nel ruolo di Client Leader, entrambi professionisti con variegate e significative esperienze in gruppi nazionali e internazionali.