Sei ventenni milanesi creano podcast per dare voce alla generazione z 

Sei amici ventenni danno voce alla Generazione ZETA raccontando il loro punto di vista sul mondo. Milo, Pablo, Billo, Salio, Pecio e Simo hanno dato vita a “ZETAverso, Vent’anni & sentirli, una nuova serie podcast ‘free talk’ di Storielibere.fm, la piattaforma editoriale di podcast audio con sede a Milano,  convinti che, dal momento che il mondo in cui viviamo prende direzioni pericolose e inattese, bisogna raccontarlo attraverso le diverse interpretazioni perché soltanto la somma di diverse soggettive può restituirci un quadro completo degli eventi e avvicinarci alla verità. 

Sei amici appena ventenni, provenienti dallo stesso quartiere di Milano e uniti da un forte legame di amicizia, danno voce alla Generazione ZETA a tutti coloro che si rispecchiano nel loro giovane e spontaneo punto di vista. L’intento del podcast è dare vita a un dibattito che vada oltre il solito trito e ritrito ”confronto generazionale” e che dia il là a discussioni aperte e intriganti, che rispecchino le diverse modalità con cui il mondo può essere scandagliato dai pensieri e dalle ideologie delle nuove generazioni. 

In ogni episodio i sei giovani autori si confronteranno con ”l’altro” sulle tematiche più varie: professori universitari, influencer, musicisti, comici, medici e con chiunque riuscirà a soddisfare le loro – e le nostre – curiosità. Le interviste saranno condotte a turno da due membri del gruppo che si alterneranno, di episodio in episodio, a seconda dei gusti e dei relativi interessi. 

La serie, completata dalla bellissima illustrazione di copertina realizzata da Marco Goran e dal tema musicale originale di Andrea Caldieri, è composta da 14 episodi che usciranno con cadenza settimanale. Nella prima puntata, ”Putin, la guerra e l’informazione’‘, i ragazzi di ZETAverso si confrontano con lo scrittore Nicolai Lilin sul conflitto tra Russia e Ucraina che sconvolge l’Europa del 2022, sulla controversa figura di Putin e dei media, che sembrano essere sempre più orientati a “convincere” piuttosto che a informare. Online su Storielibere.fm e su tutte le principali piattaforme di ascolto podcast (Spotify, Apple Podcast, Spreaker, Google Podcast, ecc.).