Le radio nazionali nel primo mattino in TER 2021

di Claudio Astorri www.astorri.itSono stati appena pubblicati i volumi dei dati annuali di TER 2021. Molte più informazioni rispetto alle anticipazioni del 13 gennaio. La prima curiosità è quella sul primo mattino, tra le 6:00 e le 9:00 e dal lunedì al venerdì. E’ la fascia più ascoltata e strategica. Chi sale e chi scende tra le Radio nazionali?

Sono stati pubblicati in data odierna i volumi di TER 2021, sia quelli che si riferiscono al solo 2° semestre che quelli all’intera annualità. La seconda di 3 tappe. La prima si è svolta il 13 gennaio con le anticipazioni che ci hanno offerto le dimensioni dell’ascolto e degli ascoltatori di tutte le emittenti Radiofoniche nazionali e locali. I volumi pubblicati oggi conferiscono dati di dettaglio per approfondimenti sia sul mezzo nel complesso che su tutte le sue stazioni iscritte a TER. La terza tappa sarà ai primi di marzo con il rilascio dei volumi elettronici. Dati a rate, non scontati.

La festa dell’analisi dei dati è sicuramente alla terza tappa. I volumi elettronici sono il parco dei divertimenti di Claudio Astorri, di editori malati come me, miei clienti, e di malcapitati visitatori del blog che si troveranno come sempre analisi originali, frutto di elaborazioni sui dati ufficiali TER. Domandandosi da dove esse piovano. A proposito di TER. Chissà se nel corso del 2022 a TER riescano ad evitare la pubblicazione a tappe, o a rate. E a concepire per l’avvio del 2023 il rilascio di anticipazioni, volumi in pdf ed elettronici nella stessa data. Sognare è ancora lecito.

Le stazioni nazionali nella fascia 06:00/09:00 dal lunedì al venerdì

Analizziamo nel loro insieme i dati del quarto d’ora medio nella fascia più importante per le stazioni. Quella dove si raggiunge già a sole 3 ore dall’inizio della giornata la maggioranza assoluta dei propri ascoltatori giornalieri. Siamo tra le 6:00 e le 9:00, dal lunedì al venerdì. Il confronto possibile ed omogeneo è tra i dati del 2019 e del 2021. Ricordo che nel 2020 e a causa della pandemia non sono stati pubblicati i dati del 1° semestre. L’anno non è quindi paragonabile a quelli precedenti e seguenti. E ci aggiungiamo prima anche il 2018. Olè!

Ci sono novità rilevanti, se non rilevantissime:

  • RADIO 105 risale rispetto al 2019, non ancora sul 2018. E’ al 9,92%, primissima e con un vantaggio notevole e di grande sicurezza sulla seconda.
  • Dopo molti anni RADIO DEEJAY torna seconda con una crescita non ripida ma costante, dal 7,41% al 7,88% in 3 anni.
  • RTL 102.5 precipita. Il predicato è tosto ma la caduta è dal 8,76% al 7,31%. E due posizioni perse in soli 2 anni. Ora è solo quarta.
  • RAI RADIO 2 compie un balzo molto significativo dal 5,24% al 5,80%. E’ ora sesta e “vede” anche la quinta posizione.
  • Le altre ammiraglie RAI tengono bene il campo e la sfida. RAI RADIO 1 in lieve crescita sul 2018 e così RAI RADIO 3.
  • RDS incappa in un brutto tonfo. In soli di 2 anni scende dal 7,87% al 6,75%. La posizione ne risente, ora è quinta.
  • RADIO KISS KISS conferma le sue ambizioni con dati di forte incremento. E’ settima passando dal 4% al 5,67%.

Le Radio nazionali tra le 6:00 e le 9:00 (Lun/Ven), quarto d’ora per quarto d’ora

A completamento dell’analisi del complesso della fascia può essere utile osservare l’andamento quarto d’ora per quarto d’ora, sempre tra le 6:00 e le 9:00.