Oracle Red Bull Racing presenta la nuova macchina e tutti i suoi nuovi progetti tecnologici

Oracle e Red Bull Racing hanno rafforzato la loro partnership, annunciano il nuovo nome del team, Oracle Red Bull Racing, e presentano la nuova macchina che correrà per la squadra nella prossima stagione, la RB18. 

Sulla base dei successi ottenuti nel campionato piloti di Formula 1 dell’anno scorso, nella stagione 2022 il team userà in modo più ampio Oracle Cloud per le aree di attività più significative, quali l’adozione di strategie di gara basate su analytics, lo sviluppo ottimizzato del motore, soluzioni di allenamento per i piloti che sfruttano tecnologie di intelligenza artificiale e machine learning, la creazione di un’esperienza personalizzata per la propria base di fan. 

Oracle Cloud ci ha permesso di prendere durante le gare decisioni che hanno aiutato Max Verstappen a vincere il campionato piloti del 2021” ha dichiarato il CEO e Team Principal di Oracle Red Bull Racing Team, Christian Horner.Scoprire le opportunità disponibili e sfruttarle rapidamente è cruciale per il nostro successo in gara e fuori, e Oracle è parte integrante di questo impegno. Ogni elemento delle nostre prestazioni è guidato dall’analisi dei dati. Avere Oracle come ‘Title Partner’ oggi testimonia la fiducia che abbiamo nella loro esperienza e nella loro capacità di darci un vero vantaggio competitivo”. 

Sfruttando le potenzialità di Oracle Cloud Infrastructure (OCI) nel corso dell’ultima stagione di gara, la squadra ha aumentato di 1.000 volte il numero di simulazioni condotte per migliorare l’accuratezza delle previsioni e affinare gli strumenti decisionali. Inoltre la velocità di simulazione è stata accelerata di 10 volte, il che ha dato agli strateghi di gara più tempo per prendere le decisioni giuste. Parimenti importante il fatto che OCI abbia ridotto significativamente il costo delle enormi quantità di simulazioni  e permesso così alla squadra di migliorare le performance sul circuito in modo efficiente anche dal punto di vista economico: un aspetto critico per il successo, date le rigide norme di controllo dello spending nella Formula 1. 

In questa stagione, OCI permetterà a Oracle Red Bull Racing Team di aumentare il volume e la varietà di dati da analizzare e aumenterà anche la velocità di esecuzione delle simulazioni, per prevedere meglio le strategie giuste con cui poter salire sul podio. 

Oltre a tutte queste innovazioni sul circuito di gara, Oracle Red Bull Racing continuerà a offrire alla sua fan base mondiale un’esperienza eccezionale. Nella scorsa stagione, Oracle e Red Bull Racing hanno lanciato The Red Bull Racing Paddock – una piattaforma di fidelizzazione unica nel suo genere, potenziata da Oracle Cloud, per portare ai tifosi di tutto il mondo l’entusiasmo della Formula 1. 

Dall’avvio di questa iniziativa, Red Bull ha visto aumentare di oltre 9 volte il numero di iscrizioni dei fan al suo programma.  La nuova linea di comunicazione diretta aperta tra tifosi e squadra ha creato un coinvolgimento incredibile: i fan registrati hanno inviato migliaia di domande al team e hanno ottenuto con il programma di rewarding ben 35.000 “premi digitali”. Nel 2022, Oracle Red Bull Racing aggiungerà nuove funzionalità, tra cui la possibilità di creare user-generated content, per arrivare a un livello di personalizzazione ancor più elevato per i propri fan. 

La presenza di Oracle, una delle più grandi aziende di tecnologia cloud al mondo, come nostro title partner sottolinea non solo la grande fiducia nella capacità di Red Bull Racing di mettersi alla testa della gara tecnologica sul circuito, ma ci permette anche di raggiungere obiettivi di coinvolgimento dei fan ancor più ambiziosi, lavorando su questo aspetto fondamentale della nostra strategia di marketing” ha commentato Oliver Hughes, chief marketing officer di Oracle Red Bull Racing. “Vogliamo portare con noi i tifosi nel nostro percorso competitivo in Formula 1, metterli proprio al centro dell’azione in gara – e le tecnologie e l’innovazione di Oracle ci aiuteranno a ottenere questo obiettivo”

Red Bull Racing ha usato la tecnologia per ottenere un vantaggio competitivo in modo più convinto di qualunque altra squadra di Formula 1, e la loro scelta sta dando risultati” ha detto Ariel Kelman, executive vice president and chief marketing officer di Oracle. “Il nostro impegno in questa partnership riflette la nostra convinzione che OCI sia un’arma strategica da usare nei giorni di gara, un elemento per creare l’esperienza più entusiasmante per i tifosi sportivi e per tracciare il futuro della Formula 1. Oracle Red Bull Racing è e continuerà ad essere il team di F1 più innovativo e ‘visionario’ al mondo”.