Le questioni politiche del momento

Le elezioni presidenziali hanno messo in evidenza alcune diversità di vedute e posizioni contrastanti all’interno delle forze politiche e degli schieramenti, i quali iniziano a prepararsi per l’appuntamento delle elezioni politiche che dovrebbero tenersi tra circa un anno. È interessante quindi capire cosa ne pensano gli elettori. 

il Radar settimanale di SWG evidenzia che nell’ambito del centrodestra sono emerse alcune constatazioni e proposte provenienti dai tre maggiori partiti. Il punto di partenza, largamente condiviso dalla base degli elettori di riferimento è che il centrodestra necessita di un deciso cambiamento. L’ipotesi della federazione dei partiti avanzata da Salvini riscuote l’approvazione di molti elettori della Lega, ma anche dalla maggioranza in Forza Italia e Fratelli d’Italia. L’elettorato di Forza Italia, inoltre, appare diviso sulla prospettiva di abbandonare i partner storici e formare un polo di centro. 

Anche nel Movimento 5 Stelle la richiesta di un cambio di rotta si mostra molto forte, ma soltanto il 15% dei suoi elettori auspica una scissione. Nel confronto tra Conte e Di Maio i pentastellati si posizionano in gran parte con il primo. 

Il dibattito sulle alleanze anima invece il PD. Gli elettori Dem di fatto non osteggiano un accordo con il Movimento 5 Stelle, ma preferirebbero la formazione di eventuali alleanze di governo dopo le elezioni, nell’ottica di un sistema proporzionale. Tuttavia, in generale, la tendenza più marcata è per un sistema bipolare o al limite tripolare, molto meno per un proporzionale puro.