RAI RADIO 2 a #sanremo2022 e le canzoni, dal primo ascolto all’esito

di Claudio Astorri www.astorri.itUn grande Festival che passa nella storia, l’impegno eccellente come Radio ufficiale di #Sanremo2022 per RAI RADIO 2 e l’ascolto delle canzoni, dalla sfera di cristallo all’esito finale…

Sabato si è conclusa una incredibile edizione, la numero 72, del Festival della Canzone Italiana di Sanremo. I risultati da record degli ascolti televisivi sono eloquenti. Un Paese costretto al distanziamento sociale da 2 anni a causa della pandemia e con un desiderio indicibile di poter ritrovare tutti i suoi spazi di libertà, vicinanza e condivisione ha trovato nel Festival una finestra di uscita. Una proiezione con forza e tanta emotività oltre l’ostacolo. Forse prematura. Non è stato solo il bisogno delle persone e del pubblico a determinare il successo di #Sanremo2022.

La RAI e Amadeus hanno saputo coniugare il desiderio un po’ anticipato del pubblico con un messaggio di unione e inclusività che ha fatto onore al servizio pubblico, da qualsiasi punto di vista anche politico lo si voglia guardare. Unione tra generazioni, ben tre, non solo nella selezione differenziata delle partecipazioni degli artisti e delle loro canzoni ma perfino nello stesso esito del podio. Inclusività tra cittadini, tra generi, tra persone. Si sono svolte con una notevole dose di naturalezza delle lezioni gentili con esempi artistici di ascolto tra umani.

Il Festival di RAI RADIO 2

Quest’anno ho preferito non andare a Sanremo, non seguirlo nel dietro le quinte, per poter cercare di mantenere la negatività al virus a me e alla mia famiglia. Una cautela supportata da cicli vaccinali completi di tutto il nostro nucleo. Ma pur sempre una cautela. Il prode e valente staff di RAI RADIO 2, l’emittente nazionale che seguo come consulente, dentro un Festival che andrà nella storia ha sviluppato il ruolo di Radio ufficiale del Festival di Sanremo in modo egregio e pienamente all’altezza del momento e dell’importanza della edizione del 2022.

L’impegno sul campo per #Sanremo2022 è stato straordinario. Almeno 10 ore di diretta tutti i giorni dalla città ligure, sia in forma Audio che Visual. 10 conduttori presenti a Sanremo e operativi grazie anche a 3 studi. Silvia Boschero e Andrea Delogu in diretta con “La Versione delle 2” tra le 14:00 e le 16:00 dal glass-box all’ingresso del Teatro Ariston. I Gemelli di Guidonia con una versione sanremese di “Tre per Due” in diretta dalle 19:00 dalla nave Costa Toscana, attraccata a poche centinaia di metri dal porto di Sanremo. E poi, gli immancabili!

In diretta anche con finestre televisive su RAIUNO Ema Stokholma e Gino Castaldo hanno prodotto come ormai di consuetudine la versione backstage di #Sanremo2022. Le interviste agli artisti appena dopo la loro performance sul palco e il commento Radiofonico proprio dal cuore della manifestazione. Bravissimi anche loro, coppia in gran spolvero. Non è finito qui l’impegno di RAI RADIO 2 per il Festival. I Lunatici, alias Roberto Arduini e Andrea di Ciancio, sono stati in diretta dalla fine di Back2Back e fino alle 4:00 dal glass-box del Teatro Ariston.

#ilunaticiasanremo

Non nascondo una predilezione per i Lunatici per un motivo speciale oltre che per il loro gran talento che li qualifica di diritto nello staff di una emittente come RAI RADIO 2. Il loro esordio in diretta nella notte a partire dalla stagione 2018-2019 è stato l’emblema della trasformazione complessiva da una emittente a programmi, registrati in orari non favorevoli, a una stazione Radio sempre live. 24/7 sempre in diretta. La mutazione di un prodotto editoriale in un servizio al pubblico attivo e interattivo in tutte le ore del giorno e della settimana.

E quindi, quando i Lunatici chiamano, io scatto! Hanno chiesto agli ascoltatori la partecipazione anche sui social con l’hashtag #ilunaticiasanremo. Potevo mancare? Ho quindi partecipato alla discussione on-air e online e twittato le mie sensazioni al primo ascolto delle canzoni in gara. In effetti ho pensato meglio solo dopo al rischio di critica e di derisione cui mi sono sottoposto, almeno da parte dei colleghi della Radio, nel trasmettere in chiaro i miei voti sul primo ascolto. Fortunatamente il “vecchio” Astorri di 40 anni di Radio non è così male con la sfera di cristallo.

Nei tweet su #ilunaticiasanremo diffusi alla fine di ogni primo ascolto, ho centrato con i miei voti tutte le prime 4 e le ultime 4 come da esito della classifica finale. Faccia salvata ancora una volta. Meglio non esagerare in futuro. Qualche errore? Ho sopravvalutato rispetto alla classifica finale di #Sanremo2022 “Insuperabile” di Rkomi e “Ti Amo Non Lo So Dire” di Noemi. Credo che entrambe le canzoni godranno comunque di grande airplay dalla Radio. E ho sottovalutato “Ciao Ciao” de La Rappresentante di Lista e “Dove Si Balla” di Dargen D’Amico.