La nuova campagna Fratelli Rossetti
 scattata nel museo a cielo aperto di Fiumara d’Arte, Sicilia

Fratelli Rossetti ha scelto di ambientare la campagna primavera estate 2022 in Sicilia fra le opere monumentali di Fiumara d’Arte (Valle dell’Halaesa in provincia di Messina), uno tra i più grandi musei a cielo aperto di sculture in Europa, ideato e realizzato dal mecenate Antonio Presti. Le colossali opere, collocate dove un tempo scorreva il fiume Tusa, creano uno scenario suggestivo e poetico per una collezione che in ogni suo dettaglio richiama l’arte dell’artigianalità

“Sono ormai diverse stagioni che leghiamo la nostra comunicazione al mondo dell’arte. Crediamo che condividere la bellezza, specie in questo periodo di difficoltà, sia una missione per un marchio come il nostro che da sempre promuove il valore della cultura”, spiega Luca Rossetti, amministratore delegato del brand. 

“Ancora un momento di condivisione di bellezza in nome di tutte le Arti – commenta l’artista e mecenate Antonio Presti La Valle dell’Halaesa nel cuore dei Nebrodi, luogo simbolo del museo a cielo aperto Fiumara d’arte e del museo-albergo Atelier sul Mare, impegni etici, civili e politici di una vita, si rigenera ancora, stavolta attraverso il linguaggio contemporaneo, con la nuova campagna 2022 Fratelli Rossetti. Un connubio tra arte e moda che riflette le attuali urgenze ambientali, sociali e culturali e contribuisce ad uno slancio e visibilità di un territorio siciliano straordinario e dei suoi borghi antichi”. 

La nuova campagna è affidata alla mano raffinata di Federico Sorrentino, fotografo di moda con una grande attenzione alle linee, alle geometrie e alle prospettive. I soggetti umani si fondono con l’ambiente circostante, producendo un senso di armonia tra forme e colori. 

Le opere protagoniste della campagna sono: 

• • “Energia Mediterranea” di Antonio Di Palma, un’onda blu, adagiata sui prati dell’entroterra ma che guarda verso il mare all’orizzonte. 

• • “Piramide al 38° Parallelo“, una riflessione dell’artista Maurizio Staccioli, sul rapporto dell’uomo con l’eterno e la transitorietà della vita. 

• • “Labirinto di Arianna“si adagia, nella sua struttura a cerchi concentrici realizzata dall’artista Italo Lanfredini , su un’altura della zona. 

• • “Monumento per un Poeta Morto” di Tano Festa, conosciuto anche come la “Finestra sul Mare” è una grossa cornice blu che apre lo sguardo verso l’infinità del mare. 

Il concept è frutto di un lavoro congiunto dell’agenzia creativa Motel 409 e del consulente artistico Sergio Colantuoni che insieme portano avanti i valori e l’immagine del marchio.