I vincitori nazionali dei dati annuali 2021 di TER

di Claudio Astorri www.astorri.itDopo aver esaminato le anticipazioni di TER 2021 del 2° semestre per cogliere i trend più recenti, ora analizziamo insieme l’annualità. In questo caso solo Radio nazionali e pubbliche e in tutte e 3 le variabili. Ci sono tendenze tutte da conoscere…

No, non voglio scrivere un altro articolo sui comunicati stampa delle Radio nazionali o dei loro gruppi in occasione della pubblicazione dei dati ascolto. Sembra anche in questo avvio di 2022 di essere a una tornata elettorale con, tipicamente, tutti i partiti che dichiarano la vittoria. Tutte le stazioni e i gruppi si arrampicano sugli specchi e magnificano i loro primati. La situazione si presta ad ilarità, e non nascondo di essermi sbellicato dalle risate, ma anche alla constatazione di tracotanza. Analizziamo i dati TER 2021 con la dovuta oggettività? Senza gioco delle 3 carte?

Analizziamo tutte e 3 le variabili in gioco per svolgere uno studio completo. In modo da poter smontare, per chi ha il tempo di farlo, qualsiasi alibi e contrastare sugli importanti dati annuali le dichiarazioni di parte fatte per comodo solo sul parametro positivo del momento. Che è un gioco classico, ricorrente e noioso. Dunque sia ascolti nel quarto d’ora medio che ascoltatori nel giorno medio e infine nei 7 giorni. E poi, giusto per alimentare l’amore dei big per questo blog, scegliamo come confronto omogeneo l’ultimo anno precedente e completo, il 2019.

1) Ascolti nel Quarto d’Ora Medio

Ci sono ben 3 emittenti nazionali con crescita percentuale a doppia cifra nel fondamentale parametro dell’AQH Share, la quota di ascolto nel quarto d’ora medio. Si tratta nell’ordine di RADIO KISS KISS (dal 3,86% al 4,98% per un +29,02%), RADIO MONTECARLO (dall’1,89% al 2,39% per un +26,46%) e RAI RADIO 2 (dal 3,45% al 3,88% per un +12,46%). Vi sono tuttavia anche 2 emittenti con decrescita percentuale a 2 cifre. Nell’ordine RAI ISORADIO (dallo 0,78% allo 0,60% per un -23,08%) e RTL 102.5 (dal 9,95% all’8,51% per un -14,47%).

2) Ascoltatori nel Giorno Medio

Nell’analisi e nel confronto dei dati del giorno medio e dei 7 giorni ho preferito scegliere, come nel caso dei quarti d’ora, l’utilizzo delle percentuali. Il totale degli ascoltatori è cambiato tra il 2019 e il 2021. In altri articoli passati e imminenti ci si è occupati e ci si occuperà dei trend del mezzo Radio nel complesso. Qui interessa la posizione relativa delle emittenti rispetto alla dimensione del mercato e confrontare la stessa in 2 annualità omogenee. Ricordo che l’anno paragonabile precedente è il 2019 perché i dati del 1° semestre 2020 non sono stati pubblicati.

Il dato si presta a una lettura meno immediata rispetto a quella in valore assoluto dei milioni di ascoltatori nel giorno medio. A titolo di esempio e per chiarire gli ascoltatori nel giorno medio di RTL 102.5 sono 6.457.000. Il totale di ascoltatori nel giorno medio del 2021 è 33.850.000. La percentuale nel giorno medio dell’emittente di Lorenzo Suraci e dei suoi soci risulta dal rapporto ed è 19,08%.

Con una lettura relativa e non assoluta del confronto le Radio che crescono tra quelle nazionali sono 6. Nel caso di lettura dei soli valori numerici ne risulterebbero soltanto 3. Le 6 emittenti in ordine di crescita percentuale positiva sono RMC RADIO MONTECARLO (+11,17%), RADIO KISS KISS (+10,00%), RAI RADIO 2 (+9,58%), RADIO FRECCIA (+1,90%), RAI RADIO 1 (+0,21%) e RAI RADIO 3 (+0,03%).

3) Ascoltatori nei 7 Giorni

Tra le Radio pubbliche e nazionali ve ne sono solo 4 che nel confronto tra il 2019 e il 2021 hanno conseguito una percentuale di ascoltatori settimanali rispetto al totale del mezzo Radio che sia stata superiore a quella precedente. Nell’ordine per crescita troviamo RADIOFRECCIA (+6,03%), RAI RADIO 2 (+4,00%), RADIO KISS KISS (+1,66%) e RMC RADIO MONTECARLO (+0,48%). Tutte le altre 13 emittenti hanno un segno meno. Le 2 riduzioni peggiori degli ascoltatori settimanali sono di RAI ISORADIO (-12,51%) e RADIO CAPITAL (-9,44%).

I trend più positivi

Il vincitore dell’annualità 2021 è chiaro e si afferma al primo posto in tutte e 3 le variabili. Non è in piena forma perché riscontra rispetto al 2019 il -5,87% nei 7 giorni, il -10,14% nel giorno medio e addirittura il -14,47% nel quarto d’ora medio. In questo ultimo dato e nel 2° semestre è stato già superato da RADIO 105. Eppure resta primo nel dato annuale 2021: è RTL 102.5.

In uno scenario di deciso calo del leader è interessante osservare alle spalle chi cresce nelle 3 variabili.

Con 3 variabili tutte positive (AQH, giorno medio e 7 giorni) vi sono RADIO KISS KISS, RAI RADIO 2 e RMC RADIO MONTECARLO. Queste emittenti sono quelle più consistenti nel processo di crescita nel corso del 2021. Ascesa indicata da tutte le variabili.

Con almeno 2 variabili positive su 3: RAI RADIO 1, RAI RADIO 3 e RADIOFRECCIA.