Il divertente format di Alessandro Bianchi per ACD

È in uscita una mini web-serie realizzata dall’agenzia di comunicazione ACD e dal comico Alessandro Bianchi (dell’indimenticabile gruppo teatrale Cavalli Marci). 

Non si tratta solo di spot promozionali: sono veri e propri sketch che raccontano i “segreti” dell’imprenditoria e della comunicazione. Alessandro è Bobo, l’imprenditore che insegna a godersi la vita fallendo. 

Usando il paradosso come base portante della comicità, Bobo incarna il bauscia milanese, il fanfarone che “ha capito tutto” e dispensa consigli da spiagge tropicali e attici londinesi, con camicia aperta e drink. 

Ma i suoi consigli sono esattamente il contrario di quello che dovrebbe essere o fare il buon imprenditore… e proprio per questo a volte rispecchiano la realtà. Quasi un paradosso di terzo livello. 

“Comunicazione disintegrata” parla proprio di questo: del come comunicare male per fallire, degli errori da fare per assicurarsi la bancarotta e vivere felici. 

Il leit motiv “la colpa è tua!” è il monito/accusa di Bobo a tutti: sei tu che vuoi vivere così, di corsa, appesantito dalle scadenze e dai problemi che non ti fanno nemmeno dormire la notte. 

Alessandro Bianchi entra in questi giorni nelle case degli italiani anche col nuovo spot per “Amica Chips”.
È conosciuto per i personaggi che ha interpretato dai celebri format “Ciro, il glio di Target” e “Colorado”: Lesc Dubrov, Lesciandro, Eva e l’imitazione di Massimo Moratti. 

Non volevamo un semplice spot – commenta ACD – ma una situazione che facesse divertire e ri ettere insieme. Bobo è l’opposto del mito dell’uomo di successo, è un perdente, eppure in qualche modo vince.
Bobo mette a nudo quello che il losofo Byung-Chul Han chiama “il soggetto di prestazione”: l’imperativo di riuscire a tutti i costi della società moderna. Oggi non ci sono barriere, tutto è possibile, facile, arrivabile… quindi se non riesci la colpa è tua, appunto. 

Questo porta la persona a un vero e proprio autosfruttamento: come scriveva Hannah Arendt l’iperazione porta a seguire ogni impulso e stimolo senza opporre resistenza. Bobo invece a modo suo resiste. 

Dietro a Bobo non c’è solo un’educazione ai temi fondamentali della comunicazione (riconoscibilità, strategia, creatività e piani cazione) ma anche la ricerca di una forma umana nel rapporto con il cliente e con il lavoro stesso. Con il sorriso.