Allenare la mente con la realtà virtuale

Il futuro è nella realtà virtuale (RV), una tecnologia in forte espansione su cui molte aziende stanno investendo. Per molti settori si tratta già di un’innovazione presente all’appello. Ad esempio, nel campo sportivo, la RV è già molto adoperata per preparare gli atleti, non solo a livello fisico ma anche mentale.
Ecco in che modo questa innovazione tecnologica migliora le prestazioni sportive.

Una delle più grandi tenniste al mondo, Venus Williams, ha affermato: “Nello sport, non c’è niente come la formazione e la preparazione. Devi allenare la mente quanto il corpo”. Corpus e mens, infatti, costituiscono un unicuum imprescindibile, che, come un motore, va sempre tenuto in funzione per non perdere prestazioni. 

Si parla sempre più di mental training, ossia dell’apprendimento di tecniche che permettano allo sportivo di gestire emozioni, pensieri, cattive abitudini che ostacolano la vittoria sul campo. Gli obiettivi sono il raggiungimento di un ottimo livello di consapevolezza del sé e del momento presente, che permetta all’atleta di concentrarsi al massimo, sentendo il proprio respiro, la tensione dei propri muscoli, i movimenti rotatori della palla e il tamburellare del cuore. 

La simulazione di determinati scenari riesce a potenziare talune abilità mentali. Si tratta di programmi di allenamento che procedono in parallelo rispetto alle attività fisiche vere e proprie, con la creazione grafica di scenari che consentano all’utente di vivere esperienze emotivamente intense in piena sicurezza e sotto la guida di un conduttore. Si tratta spesso di giochi, una delle attività più utili per mantenere la mente attiva. 

Nel 1938, lo storico olandese Johan Huizinga parlava di Homo ludens, per far riferimento a uno stadio evolutivo umano in cui il gioco è attività cardine, per mantenere giovane la sua mente e fresca la sua vita sociale.

Tra i giochi più adatti a risvegliare la mente ci sono i cruciverba, il cubo di Rubik o il Monopoli. Sul web, sono tantissime le piattaforme che consentono di giocare da remoto, utilizzando la stessa matassa di innovazione tecnologica di cui è intessuto il mondo della realtà virtuale. Se un tempo per intrattenersi con giochi come roulette, slot e poker era necessario recarsi presso una sala gioco fisica, oggi con web si parla casino online. Si tratta di piattaforme con regolare licenza da parte del Monopolio di Stato, che permettono di accedere a una vasta gamma di giochi, tra cui JackPot, Roulette live e Slot Machine Megaways. La base aleatoria su cui si basano ancora oggi costituisce la radice semantica dei primi giochi umani, come il lancio dei dadi, cui erano dediti gli uomini dell’esercito dell’Impero Romano. Si trattava di giochi che stringevano le maglie delle relazioni tra i soldati e raccontavano una metafora di una certa rappresentazione della vita. Oggi le nuove tecnologie sono il trampolino sul quale nuovi giochi sono costruiti, giochi interattivi e sempre più realistici, per divertire il giocatore e fargli vivere esperienze di apprendimento, training mentale e relax.