Un numero speciale dedicato alla libertà femminile per Grazia

Libere di essere se stesse, libere di realizzare i propri sogni e onorare le proprie ambizioni, libere di essere matematiche, scienziate, astronaute. Nella giornata mondiale contro la violenza sulle donne, Grazia è in edicola con un numero speciale dedicato alla libertà femminile e alle ragazze con studi e carriere tradizionalmente considerati proprietà maschile: scienza, tecnologia, ingegneria, matematica.

“Una sequenza impressionante di femminicidi e stragi familiari accompagna in Italia quest’anno, come del resto ogni anno, la Giornata mondiale per l’eliminazione della violenza contro le donne del 25 novembre”, scrive la direttrice di Grazia, Silvia Grilli, nel suo editoriale.

“È importante riconoscere subito questi assassini predatori che non sono pazzi, non cadiamo nell’errore di definirli “folli”: sono perfetti figli di una cultura misogina che considera le donne esseri a disposizione. La violenza domestica è molto democratica: colpisce ricche, povere, professioniste e disoccupate, signore senza cultura e intellettuali. Io sono fermamente convinta che la vera prevenzione per evitare la trappola dei mostri è coltivare le proprie ambizioni, non cadere nell’equivoco che l’amore sia l’unica sfera in cui dobbiamo vivere sacrificandoci. Non crediamo alla favola del principe azzurro che ci salverà e ci porterà al castello. Costui potrebbe rivelarsi un orco. Ci salviamo coltivando la nostra libertà e trovando un compagno che rispetti la nostra indipendenza. L’amore è crescita, non una camera a gas”, continua Silvia Grilli.

“Questo numero di Grazia è dedicato soprattutto alle ragazze Stem, giovani donne che intraprendono studi e carriere che, nella tradizione sessista italiana, sono considerati appannaggio maschile: scienza, tecnologia, ingegneria,  matematica. Ragazze che diventeranno scienziate come Ilaria Capua, protagonista di questa edizione insieme con l’attrice Anna Foglietta, sua interprete al cinema. Sono donne che decidono la loro vita e che, come tutte coloro che si salvano da sole, ci porteranno fuori dai tempi bui”, ha concluso Grilli.

Personaggio di copertina di questo numero straordinario di Grazia è proprio Anna Foglietta, che recita al cinema una storia ispirata alla biografia di Ilaria Capua. L’attrice posa per Grazia e racconta alla scrittrice Valeria Parrella come abbia coltivato il talento e la libertà senza mai rinunciare alla sua parte erotica. 

Anna Foglietta sarà anche protagonista di una diretta sul canale Instagram di Graziacon la direttrice Silvia Grilli.

Sulle pagine di Grazia, i lettori troveranno un incontro con Ilaria Capua. La virologa, che abbiamo visto in Tv in questi mesi di pandemia e a cui si deve la scoperta del virus dell’aviaria, racconta al magazine diretto da Silvia Grilli le cadute e le rivincite che hanno accompagnato il suo amore per la ricerca.

Numerose altre donne sono protagoniste di questo numero speciale di Grazia: da Maria Cristina Messa, ministra dell’Istruzione e della Ricerca, alla senatrice a vita Elena Cattaneo, farmacologa e biologa esperta di staminali. E la chimica Luisa Torsi, vincitrice del Wilhelm Exner Medal 2021, e Michela Di Biase, consigliera regionale del Lazio che ha firmato la proposta di legge per accrescere il numero delle scienziate.

Tante le iniziative a supporto di questo numero speciale. In primis un’attività di digital PR, attraverso la quale Grazia invierà a selezionate influencer e socialite un messaggio speciale con l’hashtag #iosonolibera, accompagnando la copia del giornale al libro Storie della Buonanotte per Bambine Ribelli- 100 donne Italiane straordinarie, edito da Mondadori.

Con questa iniziativa Grazia si conferma un brand in grado di evolvere costantemente, diventando un punto di riferimento per oltre 3 milioni di utenti e lettori del brand (fonte: Nielsen Media Impact Data Fusion, Maggio 2021) e oltre 1,6 milioni di fan (fonte: Shareablee più Tik Tok e Pinterest Insight, Ottobre 2021).