Pandemia e Pandemie da salto di specie, emergenza o convivenza?

Pandemia e Pandemie da salto di specie, emergenza o convivenza? A cura di Gaetano Penocchio

Un instant-book quanto mai attuale ed utile, in cui trovare le varie risposte alle tante e complesse domande che tutti ci facciamo riguardo l’emergenza sanitaria in corso e le gravi implicazioni del coronavirus. Una sorta di vademecum pubblicato a tempo record, eppure esaustivo per districarsi e orientarsi in mezzo a tanta (pur comprensibile) confusione su come affrontare questo virus e come proteggersi. 

A cura di Gaetano Penocchio, medico veterinario presidente di Fnovi-Federazione Nazionale Ordini Veterinari, coadiuvato dai giornalisti Roberto Messina e Carmelo Lentino, per Academ Editore (pp. 120, euro 15) è alle stampe “Pandemia e Pandemie da salto di specie, emergenza o convivenza?” con questo significativo e chiarificatore sottotitolo: “Virus umani e animali, ambiente ed ecosistemi, gli studiosi spiegano quanto potrebbe attenderci…”.

È possibile, come si va evidenziando, che il futuro possa obbligarci ad una sorta di coesistenza, o almeno di coabitazione, con sempre più “ravvicinate” e rinnovate crisi sanitarie pandemiche? Un’ipotesi allarmante e preoccupante, ma fondata da quando è di dominio pubblico il fatto che una volta superata l’emergenza da Covid-19, il domani potrebbe rivelarsi altrettanto complicato, con altri virus pronti a diventare pericolosi, pure se la scienza possiede le armi giuste per prevenire e combattere.

L’uomo ha stravolto l’ambiente, è un fatto, creando terreno fecondo per infezioni zoonotiche emergenti. Ed è chiaro che, intanto, bisogna porre urgente rimedio a questa situazione, a cominciare dal “comunicarla”, dal farne conoscere entità, gravità e urgenza. Davanti ad una situazione  complicata, oltre il compito fondamentale di studio, prevenzione e cura esercitato dai Virologi, si è evidenziato quello altrettanto determinante della Medicina veterinaria, quello della Medicina generale e chirurgica, e poi quello degli scienziati dell’ambiente: tutti uniti, ci si augura di vedere adesso che il pericolo è chiaro, per porre rimedio all’attività distruttiva dell’uomo e cambiare il suo destino impedendo ai virus nuovi salti di specie e relative conseguenze, in un’ottica di salute unica in cui il benessere dell’uomo, degli animali e dell’ambiente, si confondano e completino.

Da ciò, l’idea di questo libro con approfondite interviste ad autorevoli personalità della scienza, della medicina, della ricerca, in un momento in cui la buona informazione è fondamentale per approfondire, spiegare, divulgare e contrastare l’infodemia favorita dalle nuove tecnologie, da internet, dai social network, dalle chat di gruppo a velocità di trasmissione pressoché istantanea. 

Di spillover, virus, varianti, mascherine, distanziamenti, inquinanti, vaccini, brevetti e copyright, allevamenti e colture intensive, sanità pubblica, ecosistemi, fake news, e in genere di come affrontare consapevolmente, coscienziosamente e con gli strumenti del sapere, il difficile momento, il libro offre  illuminanti interviste a scienziati, specialisti, studiosi di livello come Arnaldo Caruso (Professore Ordinario di Microbiologia all’Università di Brescia, direttore del laboratorio di Microbiologia e Virologia degli Spedali Civili di Brescia, presidente Società Italiana di Virologia); Filippo Anelli,Presidente della Federazione nazionale degli Ordini dei Medici chirurghi e Odontoiatri italiani; Canio Buonavoglia,Professore di Malattie Infettive degli animali al Dipartimento di Medicina Veterinaria dell’Università di Bari, vicepresidente della Società Italiana Virologia; Massimo Clementi, Professore Ordinario di Microbiologia e Virologia all’Università Vita-Salute del San Raffaele Milano, Direttore Laboratorio di Microbiologia e Virologia Ospedale San Raffaele, Milano; Massimo Ciccozzi,Professore Ordinario di Epidemiologia, Campus Bio-Medico Roma; Daniela Corda,Direttore del Dipartimento Scienze Biomediche del Consiglio Nazionale delle Ricerche; Marco Ferrazzoli,Capo Ufficio Stampa del Consiglio Nazionale delle Ricerche, docente di Teoria e tecnica della conoscenza all’Università “Tor Vergata” di Roma; Antonio Limone,Medico Veterinario, Direttore dell’Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Mezzogiorno, Coordinatore degli Istituti Zooprofilattici Sperimentali di Italia, Consigliere Fnovi; Stefano Marroni, Responsabile della rubrica “Medicina 33”, Tg2 Rai; Mario Tozzi, Primo ricercatore presso l’Istituto di Geologia Ambientale e Geoingegneria del CNR, autore, conduttore e divulgatore televisivo.