“E se raccontassimo una storia?”

“E se raccontassimo una storia?” di Simona Ruggi

WizArt, impresa sociale non-profit ideatrice di Artonauti, il primo album di figurine dell’arte ormai alla sua terza collezione, quest’anno presenta il suo secondo manuale rivolto a insegnanti, educatori e genitori: E se raccontassimo una storia? di Simona Ruggi.

Dopo il grande consenso riscosso da Artonauti, non solo tra un pubblico di giovanissimi, ma anche di adulti e di migliaia di insegnanti che ne hanno subito intuito le potenzialità educative e pedagogiche, i fondatori della casa editrice WizArt, Daniela Re e Marco Tatarella, hanno infatti strutturato un percorso che coinvolgesse proprio gli educatori.

È così che, oltre a corsi di formazione rivolti a docenti della scuola primaria e organizzati in collaborazione con enti accreditati, è nata l’idea di volumi dedicati all’apprendimento. Al primo libro, Imparare davanti a un quadro di Giulia Orombelli – dedicato a una innovativa metodologia per la fruizione delle opere d’arte da parte dei bambini, a scuola come al museo –, si aggiunge ora E se raccontassimo una storia? di Simona Ruggi, una ricca riflessione, accompagnata da indicazioni metodologiche e operative per ideare laboratori/gioco con i bambini, sul perché sia fondamentale accompagnare la crescita infantile con la narrazione, l’ascolto e la produzione di storie.

Le fiabe, i miti e le storie, infatti, trattano temi universali che riguardano l’umanità e sono quindi fondamentali per affrontare paure, emozioni, domande esistenziali. Attraverso la narrazione il bambino approfondisce aspetti dell’esperienza, rende vivi i personaggi di una storia, contatta i propri vissuti emotivi e proietta gioie, paure, ansie, preoccupazioni, problemi, ingegno, furbizia e felici risoluzioni sui protagonisti.

La lettura è anche uno strumento di alfabetizzazione emotiva: nelle storie, nelle fiabe e nei racconti le emozioni vengono infatti nominate, descritte e risultano accessibili al pensiero per immagini. In questo modo il bambino ha l’occasione di arricchire il suo vocabolario emotivo, percependo i suoi stati interiori ed esprimendoli poi liberamente. Tutte riflessioni che Simona Ruggi analizza chiaramente nel volume, insieme alle indicazioni su quali fiabe sia bene raccontare, e alle tante possibilità di gioco attraverso la narrazione.

Sul finire del libro inoltre, ai suggerimenti laboratoriali per gli insegnanti si aggiunge una ricca antologia di fiabe e miti dal mondo scelti per accompagnare i giovani esploratori in un viaggio intorno al mondo tra arte e storie. Simona Ruggi è psicologa, psicoterapeuta, specializzata in Psicologia Scolastica e Dottore di Ricerca in Psicologia della Comunicazione e dei Processi Linguistici. Collabora con l’Unità di Ricerca di Psicologia e Arte dell’Università Cattolica del Sacro Cuore, sede di Milano. Svolge inoltre attività clinica in studio privato e di consulenza e formazione in alcune scuole dell’infanzia, primarie di primo e secondo grado della Lombardia. È autrice di diverse pubblicazioni scientifiche.