Giovanna Gregori nuovo Consigliere Delegato di AIDAF

Giovanna Gregori entra a far parte del Consiglio Direttivo di AIDAF in qualità di Consigliere Delegato, ruolo ricoperto negli ultimi sette anni da Dario Voltattorni, che ha lasciato l’Associazione nel luglio scorso. 

Giovanna Gregori

Laureata in Lettere e Filosofia alla Cattolica di Milano con una specializzazione in Comunicazioni Sociali nel 1990, dopo le prime esperienze come pubblicista e copywriter collabora con varie brand del Gruppo L’Oréal, seguendone ufficio stampa, PR ed eventi. Arriva in Salvatore Ferragamo nel 1995 come Direttore Relazioni Esterne e Comunicazione a livello globale, incarico che lascia nel 2000 per trasferirsi con la famiglia a Los Angeles, dove fino al 2009 si occupa della Audrey Hepburn Children’s Fund, servendo nel Board of Directors, organizzando e portando nel mondo la mostra ‘Timeless Audrey’. Nel 2010 rientra in Italia come Corporate Project Manager per Louis Vuitton Italia e poi come Direttore Comunicazione B2B e B2C di McArthurGlen Designer Outlet. Dal 2010 al 2015 é anche Board Member dell’American School of Milan. Nel 2015 inizia un nuovo percorso in illycaffé, dove resta fino al 2020 ricoprendo vari ruoli, ultimo dei quali quello di Direttore Corporate Reputation e Sostenibilità e Direttore della Fondazione Ernesto Illy. Dal 2020 ha seguito come consulente importanti clienti nelle attività di comunicazione corporate, relazioni istituzionali e sostenibilità, tra cui in particolare il Gruppo Davines, e dirige la nuova Regenerative Society Foundation, fondata e guidata da un gruppo di imprenditori italiani. 

“Mi sento sinceramente onorata per la fiducia che il Consiglio Direttivo mi ha dimostrato affidandomi questo incarico, che affronto con entusiasmo, ma anche con un grande senso di responsabilità”, aggiunge Giovanna Gregori. “La responsabilità deriva dal rappresentare una compagine così unica e rilevante nel panorama economico Europeo e mondiale, come quella delle aziende familiari Italiane: vero e proprio motore della nostra economia, hanno nel loro DNA e incarnano valori oggi imprescindibili per fare impresa in modo etico, sostenibile e virtuoso, fonte d’ispirazione nel mondo. Il mio impegno sarà rivolto a sostenere e diffondere ancora di più questi valori, supportando al meglio la comunità delle imprese familiari Italiane nel percorso di crescita e nelle sfide più impegnative che questa crescita, nel contesto socioeconomico globale, oggi comporta”.