Twitter festeggia 14 anni dalla nascita dell’hashtag

Oggi è il quattordicesimo compleanno dell’hashtag. Il simbolo che oggi viene utilizzato in tutto il mondo per contrassegnare le conversazioni su uno specifico argomento è infatti nato il 23 agosto 2007, quando l’utente Chris Messina ha twittato il suggerimento di utilizzare il simbolo # nelle conversazioni di gruppo sulla piattaforma, trasformando di fatto il mondo della comunicazione e diventando uno dei simboli più influenti dell’era digitale. 

Che si tratti di politica internazionale, economia, sport o cinema, milioni di persone riescono a connettersi su Twitter da tutti gli angoli del mondo grazie al potere del celebre cancelletto che ha plasmato il nostro modo di comunicare. 

Da gennaio a giugno 2021, sono stati ben 12,6 miliardi i tweet con almeno un hashtag, di cui 140 milioni unici, dimostrando che gli utenti di Twitter diventano sempre più creativi ogni anno. 

Per celebrare #HashtagDay, Twitter lancerà inoltre una nuova emoji #HashtagDay – live nel corso della giornata e disponibile in più lingue – per permettere agli utenti di tutto il mondo di partecipare a questa ricorrenza. Per le conversazioni italiane, di conseguenza, basterà aggiungere l’hashtag #HashtagDay per essere automaticamente ricondotte al tema. 

Gli hashtag più utilizzati in Italia 

Nel nostro paese gli hashtag più utilizzati e parte della top 100 fanno riferimento in particolare al mondo televisivo, alla musica e allo sport, con qualche fenomeno emergente che sta rapidamente avanzando. 

Programmi e fenomeni televisivi 

Tra gli hashtag più utilizzati in assoluto in Italia campeggiano i più celebri e seguiti programmi televisivi, reality e talent show, tra cui in particolare #amici20, #gfvip e #isola

Ma a monopolizzare le conversazioni sono in particolare alcuni specifici personaggi che vengono giornalmente seguiti e chiacchierati sulla piattaforma, in particolare Tommaso Zorzi con #TZvip, vero e proprio fenomeno social a seguito della sua vittoria al Grande Fratello Vip e #Prelemi, l’hashtag che segue le vicissitudini della coppia composta da Giulia Salemi e Pierpaolo Pretelli nata sempre durante l’ultima edizione del #Gfvip. 

Tra i fenomeni emergenti si segnala una sempre più affermata presenza delle sitcom di origine turca – attorno alle quali si sono costruite delle ampie e fedelissime community – tra cui #sençalkapımı, #maraşlı, #daydreamer, #mrwrong, e dei relativi attori, diventati vere e proprie star anche sui social: #canyaman, #alinaboz, #burakdeniz e #özgegürel

Infine, anche l’ultima stagione dell’italiana Che Dio Ci Aiuti , #chediociaiuti6, si è posizionata tra i trending topic italiani. 

https://twitter.com/acciokindness/status/1372477235488260098?s=20

La musica al centro delle conversazioni 

La musica, trainata dai più celebri e seguiti eventi musicali, ha rappresentato il centro di un impressionante volume di conversazioni su Twitter. 

Si segnala in particolare in tendenza su Twitter #Sanremo, l’ultima edizione dell’Eurovision che ha visto l’Italia vittoriosa grazie ai Maneskin (con gli hashtag #Eurovision e #Escita), e l’ormai consolidato fenomeno musicale K-Pop della band coreana #Bts

Tra gli hashtag più utilizzati in Italia emergono inoltre #iheartawards e #BestFanArmy, relativi agli iHeartRadio Music Awards, la cerimonia di premiazione organizzata dalla radio statunitense iHeart Radio che ogni anno premia i protagonisti e le produzioni musicali della stagione, e la miglior fanbase con la categoria Best Fan Army. 

Lo sport su Twitter è #Euro2020 

La vittoria dell’Italia anche agli Europei di calcio ha naturalmente generato un enorme numero di conversazioni, trainate dall’hashtag #Euro2020

E di seguito alcuni dei tweet più coinvolgenti sulla finale, con l’hashtag #itsComingRome a guidare le conversazioni. 

Nella top 100 compaiono i bitcoin 

Tra gli hashtag più utilizzati in Italia inizia ad emergere anche il fenomeno delle criptovalute, con in particolare #bitcoin che inizia a monopolizzare le conversazioni, trainate anche dalle frequenti oscillazioni del valore degli stessi. 

La politica si discute su Twitter 

Escluse le conversazioni legate al Covid-19 e alle relative misure igienico-sanitarie, ai lockdown e ai vaccini, in naturale diminuzione rispetto all’anno scorso, e quelle relative alle singole personalità politiche, l’hashtag in ambito politico più discusso è stato utilizzato per contrassegnare le conversazioni relative al #ddlzan, il disegno di legge proposto dal deputato Alessandro Zan contro le discriminazioni basate su orientamento sessuale, identità di genere e contro l’abilismo.