In edicola il numero SUMMER di BIKE

Storie di ciclismo come non si raccontano più attraverso gli articoli di Marino Bartoletti, direttore editoriale di BIKE, o percorsi da fare in bici tracciati dalla penna (anzi, ormai dalla tastiera) di Mario Calabresi, il Giro d’Italia di Luca Gregorio, gli aneddoti a due ruote del ‘Magro’ Riccardo Magrini. Ci sono, come sempre, tante storie di persone e aziende con prodotti da conoscere, itinerari da scoprire e nuove idee per chi ama vivere in movimento, sul volume 5 di BIKE, edizione SUMMER luglio-settembre 2021, allegato al numero #45 di Forbes e edito da BFC Media, digital e media company quotata alla Borsa di Milano. La cover story è dedicata a Federico Protto, amministratore delegato di Retelit, appassionato ciclista lui, top player delle infrastrutture di rete e dei servizi digitali l’azienda che, oltre ad essere un’eccellenza del made in Italy, ha deciso di sponsorizzare il team Eolo-Kometa, comparendo sulle maglie della squadra voluta dal patron di Eolo Luca Spada e degli ex pro Alberto Contador e Ivan Basso.

Tra chi punta su ciclismo e smart mobility, ci sono l’azienda agricola Cotarella, che ha deciso di aprire le bellezze dei suoi territori ai bike-tour, e Bosch che, oltre a produrre motori e batterie per e-bike, ha fatto del cicloturismo una priorità con progetti insieme a partner di qualità. Oppure ancora l’ecosistema di Telepass Pay raccontato dal ceo Luca Daniele; l’impegno sui dati e per l’estensione dei servizi tipici delle flotte auto alle bici profuso da Octo Telematics nelle parole del ceo Nicola Veratelli; l’eccellenza di Hps Domestique 1-21, l’e-bike da corsa più leggera. C’è chi ambisce a proporsi come il franchising del cicloturismo (Bikesquare) o chi, come Go-do-it, si sta ritagliando un ruolo da player di nicchia per le persone che vogliono vivere un’esperienza in sella unica ed esclusiva, turisti stranieri ma non solo. Senza dimenticare i bike-hotel con i migliori servizi per le vacanze a pedali passati in rassegna da BIKE.

Tra le mete proposte la Ciclovia del Sole, raccontata da una firma prestigiosa come Mario Calabresi, e la Via del Sale, ‘l’altra strada bianca’ che dalle Alpi liguri e francesi porta sul Mar Mediterraneo. Tra i personaggi spiccano i Sarri, Maurizio, l’allenatore della Lazio che tutti conoscono per i successi in panchina, meno per la sua passione per la bici, e Amerigo, suo papà, dal quale l’ha ereditata, e che, insieme, l’hanno raccontata tra aneddoti e curiosità al direttore editoriale di BIKE Marino Bartoletti. Poi ci sono Marco Scarponi, che ricorda il fratello Michele, tragicamente scomparso quattro anni fa, e l’impegno della Fondazione che porta il suo nome per la sicurezza sulle strade; Ludovica ‘Ladybici’ Casellati ci porta alla scoperta del microcosmo editoriale di cui è alla guida; e Aldo Drudi, il designer dei caschi dei campioni della MotoGp, nonché l’ideatore del logo col Pirata di Marco Pantani, ci confida come si è innamorato della bicicletta.

Oltre alle due pagine di foto dedicate ai lettori di BIKE che hanno partecipato alla challenge Me&My BIKE su Bikechannel.it, tra le 130 che compongono il magazine, come di consueto suddivise nelle sezioni Runner, Focus, All’aria aperta, Tecnica e meccanica, Città in movimento, Ciclo economico e BIKE Life, spazio anche allo sport, con le pagelle del Giro d’Italia di Luca Gregorio, la storia di Novo Nordisk, la squadra per cui corrono solo atleti professionisti affetti da diabete di tipo-1, il ricordo firmato da Bartoletti del Giro d’Italia vinto da Arnaldo Pambianco (all’epoca in cui il Tour “ereditava” gli stessi protagonisti della Corsa Rosa), e un approfondimento sul Wes, la Coppa del Mondo di e-cross country, trasmessa anche su BIKE al canale 259 del dtt in Hbbtv. Per concludere le consuete rubriche di stile, quella con gli aneddoti del ‘Magro’ Riccardo Magrini, quella sui libri da leggere e la playlist per le uscite in bicicletta a cura dei dj amici di BIKE.

Tutto questo su BIKE, il magazine per chi ama vivere in movimento: 128 pagine di cui 20 di advertising, in edicola allegato a Forbes di luglio, due magazine al prezzo unico di 4,90 euro e poi da solo, agosto e settembre, sempre al prezzo di euro 4,90.