Rai Isoradio: Bianchetti, Masi, Meluzzi, Braida e Convertini i nuovi “autostoppisti” di Igor Righetti

Continuano su Rai Isoradio i viaggi de ‘L’autostoppista’ Igor Righetti. Il conduttore, che è anche “conducente”, tutti i giorni dal lunedì al venerdì alle 17, sui 103.3 in fm, fa salire a bordo della sua vettura un personaggio del mondo dello spettacolo o della cultura, dello sport o della politica, ma anche giovani influencer, imprenditori e professionisti, con i quali racconta l’Italia e gli italiani con ironia, sagacia e creatività. Per questo nuovo format, Igor Righetti si è ispirato al suo illustre cugino Alberto Sordi nella sua divertente interpretazione di tassista nel film cult “Il tassinaro”. Un’auto parlante e interattiva, ribelle e sovversiva, con tanto di “navigattore” che propone agli ignari “autostoppisti” anche alcune autodediche, brevissime frasi estrapolate da canzoni e film famosi che i personaggi possono dedicare ad amici o nemici. “L’autostoppista” è il primo programma che viene sanificato automaticamente al termine di ogni ascolto, ideale quindi per gli ipocondriaci.  

Igor Righetti

Questi i prossimi “autostoppisti”.

Lunedì 17 maggio: Marcello Masi, giornalista e conduttore televisivo

Martedì 18 maggio: Alessandro Meluzzi, psichiatra e  criminologo. L’hair stylist dei vip Luca Ciuti rivela le acconciature e le colorazioni di questa estate.

Mercoledì 19 maggio: Beppe Convertini, attore e conduttore radiotelevisivo. L’influencer Lorenzo Castelluccio racconta le ultime rivelazioni dal mondo dei social.

Giovedì 20 maggio: Beppe Braida, attore comico e conduttore televisivo. 

Venerdì 21 maggio: Lorena Bianchetti, giornalista e conduttrice televisiva.

Il programma può essere ascoltato anche in tv (sul digitale terrestre e sul satellite), su RaiPlay Radio e tramite la app di Radio Rai. In podcast si trovano tutti gli “autostoppisti” saliti a bordo finora. Sulla vettura è sempre presente il bassottino Byron il quale interagisce con gli autostoppisti e con le bizzarrie tecnologiche dell’auto. Con Byron vengono affrontate anche tematiche sul mondo animale e sul rapporto tra il personaggio e i quattro zampe. Un programma in cui l’imprevisto e la sorpresa, l’ironia sagace e graffiante, la narrazione veloce, il linguaggio vivace e l’abbondante creatività inchiodano l’ascoltatore e costituiscono l’ossatura di questo originale e innovativo format.