DS Automobiles main partner della Federazione Italiana Golf

Federazione Italiana Golf e DS Automobiles insieme per il green. Con il supporto dell’Official Advisor Infront, la FIG sigla una partnership triennale con il brand automobilistico e raggiunge un nuovo importante traguardo nel cammino verso la Ryder Cup 2023. Un accordo all’insegna dell’eco-sostenibilità come un fil rouge che unisce l’impegno della FIG per il rispetto del territorio e l’attenzione all’ambiente di DS Automobiles attraverso la gamma E-Tense. 

Matteo Manassero

DS Automobiles Title Sponsor dell’Open d’Italia e Main Sponsor dell’Italian Pro Tour – Oltre ad essere Main Partner della Federazione Italiana Golf, DS Automobiles sarà Title Sponsor dell’Open d’Italia, la cui 78/a edizione andrà in scena dal 2 al 5 settembre al Marco Simone Golf & Country Club di Guidonia Montecelio (Roma) sul rinnovato percorso di gara che ospiterà la sfida Europa-Stati Uniti nel 2023. DS Automobiles sarà inoltre Main Sponsor dell’Italian Pro Tour, il circuito di gare nazionali e internazionali della FIG giunto alla 15/a edizione e Main Sponsor anche dei prossimi eventi itineranti “Road to Rome 2023”, il percorso di avvicinamento all’appuntamento più atteso del golf a livello mondiale. 

Attraverso gli store sul territorio, DS Automobiles sarà presente poi in alcuni dei più importanti circoli d’Italia con eventi ed iniziative ad hoc per i golfisti.

ITALIAN PRO TOUR 2021 – La 15/a stagione dell’Italian Pro Tour, il circuito di gare nazionali e internazionali della Federazione Italiana Golf, sarà caratterizzata da otto appuntamenti lungo lo Stivale nell’ambito del Progetto Ryder Cup 2023 che, per la prima volta in Italia (dal 29 settembre al 1° ottobre), vedrà affrontarsi al Marco Simone Golf & Country Club di Roma l’Europa, unita sotto un’unica bandiera, e gli Stati Uniti. 

Lo show itinerante del golf – Valorizzazione dei territori, promozione del golf e crescita del turismo. Questi alcuni degli obiettivi del Progetto Ryder Cup che la FIG – in accordo con l’Official Advisor, Infront – vuole promuovere anche attraverso l’Italian Pro Tour. La cui stagione quest’anno è partita dall’Abruzzo con il Campionato Nazionale Open, la gara più longeva del golf tricolore (vinta da Jacopo Vecchi Fossa) che ha festeggiato il traguardo delle 81 edizioni al Miglianico Golf & Country Club di Miglianico (Chieti). Circolo che, dal 22 al 24 aprile, ospiterà anche l’Abruzzo Alps Open, secondo evento dell’Italian Pro Tour 2021 e terza tappa stagionale dell’Alps Tour, il terzo circuito europeo del golf maschile. 

Un appuntamento che precederà l’Antognolla Alps Open presented by +energia, in scena una settimana più tardi (dal 28 al 30) all’Antognolla Golf di San Giovanni del Pantano (Perugia), in Umbria. Dopo un break di 45 giorni l’Italian Pro Tour tornerà protagonista, dal 16 al 18 giugno, con il Memorial Giorgio Bordoni presented by AON alla Pinetina Golf Club di Appiano Gentile (Como), in Lombardia. Poi, dal 15 al 17 luglio, sarà il turno del Roma Alps Letas Open, uno show che, al Golf Club Parco de’ Medici, nella Città Eterna, vedrà protagonisti non solo gli uomini ma anche le donne, con l’evento inserito pure nel calendario del LET Access, il secondo circuito europeo femminile. Quindi, dal 22 al 25 luglio al Golf Club Margara di Fubine Monferrato (Alessandria), in Piemonte, si giocherà l’Italian Challenge Open, gara del Challenge Tour, il secondo circuito continentale maschile. Al Golf Nazionale di Sutri (Viterbo), nel Lazio e nella casa del golf italiano, dal 30 settembre al 2 ottobre si disputerà il Golf Nazionale Alps Open, penultima tappa dell’Italian Pro Tour 2021. Il gran finale ci sarà dal 5 al 7 novembre con l’Italian Legends Open che vedrà in azione i campioni del golf over 50. Quello riguardante l’Italian Pro Tour 2021 – che quest’anno promuove una raccolta fondi a favore del Social Partner “Sport Senza Frontiere Onlus” per favorire l’inclusione sociale attraverso il golf di bambini con disagio socio-economico – è un viaggio lungo 7 mesi, ricco di appuntamenti. Uno spot, tra golf e valorizzazione dei territori, verso la Ryder Cup 2023.  

Franco Chimenti, Presidente della Federazione Italiana Golf dichiara: “L’accordo pluriennale con DS Automobiles è un segnale concreto dell’appeal e del prestigio della Federazione Italiana Golf anche da un punto di vista commerciale e riveste grande importanza per la strategia della FIG. L’assegnazione della Ryder Cup – contro tutti i pronostici e grazie al supporto delle Istituzioni – è stata determinante per far compiere un ulteriore salto di qualità al golf italiano. Siamo felici che, con la collaborazione dell’Official Advisor Infront, possiamo contare sul contributo di un partner così importante come DS Automobiles con cui condividiamo il rispetto per l’ambiente, uno dei valori fondanti del nostro sport come dimostrato dall’attenzione all’eco-sostenibilità dei circoli italiani. Nonostante il periodo complicato a causa del Covid-19, la FIG dimostra di proseguire il suo percorso di crescita e guarda al futuro insieme ai propri sponsor”.

Gian Paolo Montali, Direttore Generale del Progetto Ryder Cup 2023 dice: “La partnership tra FIG e DS Automobiles, che sarà anche Title Sponsor dell’Open d’Italia e Main Sponsor dell’Italian Pro Tour e della Road to Rome 2023, apre nuove strade nel cammino della FIG verso la Ryder Cup. Siamo già al lavoro – insieme ad Infront – per dar vita a un Open d’Italia di altissimo livello al Marco Simone Golf & Country Club, il cui completamento del percorso di gioco certifica il rispetto del cronoprogramma del Progetto Ryder Cup. Sarà un’edizione dell’Open d’Italia con in primo piano l’eco-sostenibilità e il rispetto per l’ambiente, per un golf sempre più green in sintonia con gli obiettivi di DS Automobiles. Il circuito di gare dell’Italian Pro Tour, che quest’anno si avvarrà anche di Sport Senza Frontiere Onlus come Social Partner per l’inclusione, conferma inoltre l’impegno della FIG per portare lo spettacolo del golf in tutta la nazione, valorizzando il territorio in chiave turistica”.

Francesco Calcara, Managing Director DS Automobiles Italia aggiunge: “Cercavamo per il nostro brand un territorio a noi affine che potesse diventare un terreno di gioco dove esprimere tutto il nostro savoir-faire. DS Automobiles sarà al fianco di tutti gli appassionati di golf in questo periodo per far vivere i valori di lusso e sostenibilità che trovano la loro perfetta realizzazione nella gamma E-TENSE, composta da modelli elettrici e Plug-In Hybrid. Lo stile e la raffinatezza, anche quando si viaggia, sono certamente valori che un appassionato di golf oggi ricerca e noi abbiamo la risposta per soddisfare questo suo desiderio. La tecnologia, la qualità dei materiali, l’attenzione al dettaglio e la sostenibilità ambientale con cui ogni nostro modello viene progettato sono elementi che caratterizzano anche il gioco del golf. La mobilità “green” si associa immediatamente al contesto nel quale gli appassionati giocano ogni giorno. Con la nostra presenza territoriale nel mondo del golf daremo loro l’opportunità di testare l’eleganza in movimento della gamma E-TENSE di DS Automobiles”.

Alessandro Giacomini, Managing Director Infront Italy dichiara: “Siamo molto orgogliosi di aver concluso una partnership così importante come quella con DS, che condivide nel profondo i valori del golf e ha a tal punto creduto nel progetto, da voler associare il proprio marchio con quello del 78° Open d’Italia in qualità di Title sponsor, oltre a essere Main sponsor della Federazione e degli eventi del Pro Tour. Siamo convinti di aver lavorato molto bene con la Federazione, facendo crescere costantemente la popolarità del golf e l’importanza del suo evento di punta, l’Open d’Italia, anche grazie alle numerose attività che abbiamo sviluppato insieme in questi anni di partnership. A partire dal 2017 ci siamo impegnati a garantire alla Federazione un contributo di oltre 40 milioni di euro in 11 anni. Anche grazie a tale impegno, la Federazione ha potuto offrire tutte le garanzie necessarie per poter ospitare la Ryder Cup nel 2023. A distanza di 4 anni dall’inizio di tale progetto, possiamo dire di essere ampiamente soddisfatti dei risultati raggiunti, che ci consentono di guardare con ottimismo al prossimo futuro, sia verso la Ryder Cup 2023, sia dopo questo importantissimo evento, per poter sfruttare l’eredità positiva che rimarrà sul nostro territorio”.