A Discovery Media la raccolta pubblicitaria dei canali Eurosport

La raccolta pubblicitaria dei canali Eurosport e di tutte le relative properties digitali torna a Discovery Media, la concessionaria del gruppo Discovery Italia guidata da Fabrizio Piscopo.

Grazie a questa novità il portfolio di Discovery Media, che include i principali canali free-to-air e i canali flagship a pagamento del gruppo, si completa e si rafforza andando a  includere i grandi eventi sportivi targati Eurosport fra cui tre tornei del Grande Slam di tennis (Australian Open, Roland Garros e US Open), il basket di Serie A e l’Eurolega, il grande Ciclismo con i 3 Giri e tutte le Classiche, gli sport invernali, i motori e, ovviamente, i Giochi Olimpici di Tokyo 2020. L’ingresso del network Eurosport nel portfolio Discovery Media consolida il posizionamento della concessionaria sul target maschile, amplificando le possibilità di sinergia con gli altri canali gestiti.

Siamo molto felici di annunciare questo ritorno. Poter seguire direttamente la raccolta pubblicitaria di Eurosport rappresenta una nuova opportunità di crescita, anche e soprattutto perchè ci consentirà di valorizzare al meglio il grande appuntamento con i Giochi Olimpici di Tokyo 2020, l’evento sportivo più prestigioso al mondo. La gestione dei canali Eurosport, inoltre, ci consentirà di offrire sponsorizzazioni ad hoc per i grandi eventi live e di ampliare il nostro bacino e la platea di spettatori che andremo a contattare ogni giorno. Eurosport sarà un media sempre più strategico per chi vuole raggiungere un pubblico appassionato di sport, trasversale e pregiato”, ha dichiarato Fabrizio Piscopo, General Manager di Discovery Media.

Nell’ottica di avere un approccio a 360° inoltre, la concessionaria – in sinergia con il team internazionale – offrirà ai propri clienti la possibilità di comunicare su larga scala attraverso un più ampio portfolio di piattaforme, con soluzioni che includono contenuti digitali, social media, product placement, sponsorizzazioni e partnership tecnologiche.