Nasce in Italia The Bunch: talento creativo e produzione globali per il mercato italiano

Sono almeno vent’anni che il mercato subisce scossoni esterni o interni e costringe le agenzie e in generale la comunicazione a evolversi e rinnovarsi in continuazione, tanto che si può dire che il cambiamento sia endemico; ed è evidente che chi è riuscito e riesce a cogliere per primo i cambiamenti può farsi forte di un vantaggio competitivo enorme. 

Questi tempi di crisi che stiamo vivendo hanno le loro peculiarità, ma non fanno eccezione: hanno bisogno di chi sappia analizzare e, magari, rilanciare. E se oggi grazie alla tecnologia e a causa della pandemia le agenzie non sono più luoghi fisici, ma ideali, che tengono insieme persone che lavorano anche da lontano con un obiettivo comune, vuol dire che un’agenzia italiana può permettersi l’audacia di avere talenti (creativi, registi, strategici, uomini di marketing, ecc.) che lavorino da ogni parte del mondo per offrire ai clienti il meglio che il panorama internazionale della comunicazione possa offrire.

Daniele Casadei Bernucci – Francesco De Guido – Michelangelo Cianciosi

È da questa idea che nasce The Bunch, la nuova realtà fondata da Francesco De Guido, Michelangelo Cianciosi e Daniele Casadei Bernucci a metà tra agenzia di comunicazione e casa di produzione e che si presenta come luogo di aggregazione strategica di alcuni dei creativi più interessanti al mondo, ma anche di figure che arrivano da altri percorsi e che hanno deciso di impiegare le proprie capacità nella comunicazione. “Il mercato ci chiede di andare oltre le formule e i riti della comunicazione, oltre le sedi, oltre i confini e i limiti anche temporali. The bunch sarà una delle prime agenzie al mondo a nascere e restare “diffusa” e l’unica realtà aperta h24, proprio perché si allunga su più continenti, anche se la testa e il cuore restano italiani. Siamo in grado di ideare e produrre campagne integrate per clienti nazionali e internazionali mettendo in piedi team di volta in volta specifici, dedicati a ogni singolo progetto. Creativi, registi, esperti di digital, certo, ma in The Bunch ci sono anche sceneggiatori, animatori, documentaristi e addirittura una figura specializzata in sostenibilità ambientale che può affiancare i nostri clienti nell’affrontare la svolta green, che oggi è imprescindibile, in modo che sia significativa anche in termini di comunicazione”, dice Francesco De Guido, fondatore e CEO di The Bunch. “Guidare un gruppo così interessante dal punto di vista creativo è allo stesso tempo un onore e una grande sfida e si è dimostrato incredibilmente stimolante già dal momento in cui abbiamo cominciato a fare scouting. Abbiamo messo insieme esperienze molto diverse tra loro e oggi durante i meeting l’energia è palpabile, si respira aria da Champions League, con idee che vengono scambiate in inglese, italiano, spagnolo… Siamo stati capaci di costruire sin da subito sui percorsi e sulle specificità di ognuno a cui tutti possono aggiungere del proprio per dare valore e portare l’idea nata da un brief in vita nel modo migliore possibile, che sia un video o un contenuto digital”, aggiunge Michelangelo Cianciosi, fondatore e Global ECD di The Bunch. “Porto nel gruppo l’esperienza maturata in 10 anni da creativo e direttore creativo in una realtà incredibilmente viva e ricca come quella delle agenzie sudamericane. The Bunch è un progetto estremamente innovativo, figlio di questi tempi, che fa delle capacità di ognuno dei membri (basta guardare al palmares dei singoli componenti) e della flessibilità la sua forza”, conclude Daniele Casadei Bernucci, fondatore e Creative Director che oggi lavora da Roma. “Consiglio di fare un giro sul sito thebunch.agency per conoscerci e capire come la nostra filosofia e il nostro talento possono incontrare le esigenze dei vostri brand”, conclude Francesco De Guido.