Pronto il libro di Ilda Boccassini, tremano magistrati e politici

Scoop di Klaus Davi sta per uscire il libro di Ilda Boccassini

Il giornalista anticipa la notizia bomba sulla sua pagina Facebook. https://www.facebook.com/klausdavi2

Ilda Bocassini

Il segreto sapientemente custodito per mesi e mesi ora è trapelato. E la notizia è di quelle che farà rumore. E’ pronto per essere dato alle stampe il libro di Ilda Boccassini, una delle donna più influenti della storia di Italia. Non è ancora ufficile chi sarà l’editore, ma qualcuno sussurra che possa essere Solferino o La Nave di Teseo o forse Feltrinelli.

Il contenuto è top secret, ma facile immaginare che ci saranno riferimenti ai temi cari alla agguerrita magistrata napoletana. Nota internazionalmente per i suoi processi versus Silvio Berlusconi che però non hanno dato gli esiti processuali sperati, in realtà ‘Ilda la Rossa’ gli esiti processuali più brillanti li ha prodotti in altre occasioni . Tra questi spicca l’impegno profuso a Caltanissetta per ristabilire la verità sulla morte di Giovanni Falcone. All’attivo procedimenti importanti contro la Ndrangheta al nord che ancora oggi fanno scuola per il rigore con cui sono stati condotti.

Boccassini ha dato pochissime interviste durante la sua carriera. Chi scrive se ne ricorda una consegnata al grande Enzo Biagi dove ricordava la figura di suo padre. E una dichiarazione al tg di Enrico Mentana su Falcone. Sul libro che sta per uscire si sprecano le illazioni più disparate. Molti sono pronti a scommettere che parlerà di Falcone e Borsellino, del pool Mani Pulite, scontato un passaggio sugli epici scontri con l’avvocato Ghedini durante i processi contro Berlusconi.

Risaputo il suo odio viscerale contro i magistrati iper mediatici “noi dobbiamo comparire solo attraverso i risultati del nostro lavoro’ ripeteva ai suo collaboratori fidati, qualcuno dice che non potranno mancare alacri riferimenti a riguardo. Dei colleghi parlava pochissimo, ma durante le sue conferenze ancora oggi visitatissime su internet non sono mancati i riferimenti di stima verso Giuseppe Pignatone. Non risparmiava pubbliche critiche ad alcune procure soprattutto del sud e l’uso eccessivo dei fermi di polizia a cui ricorrevano alcuni suoi colleghi, a suo dire . Una volta se ne usci’ con una batutta sulla terra dei fuochi che gelò gli ideologhi dell’anti mafia da salotto : “scommetto che è la stessa Camorra a finanziare le campagne ambientaliste. “

Boccassini è andata in pensione l’anno scorso. Non aveva legato con Francesco Greco, il capo della procura di Milano che era subentrato a Bruti Liberati. L’addio era stato freddo, al limite del glaciale. Allora a parlarne per primo con un lungo articolo che le rese il cosiddetto ‘onore delle armi’ fu Luca Fazzo sul Giornale diretto da Alessandro Sallusti. Niente interviste per decenni,. e ora la notizia bomba di un libro a sua firma. Notizia che farò tremare non poche persone.