Le re-entry e le new-entry tra le radio iscritte a TER 2021

di Claudio Astorri www.astorri.it

Si sono iscritte all’indagine ufficiale dell’ascolto della #Radio TER 2021 ben 262 emittenti, di cui 17 nazionali e 245 locali. Ci sono ritorni di nomi noti alla rilevazione ma anche novità assolute. Vediamo insieme cosa è successo…

Da pochi giorni sul sito di TER è disponibile, ormai chiuso e definito, l’elenco delle stazioni Radiofoniche iscritte alla ricerca ufficiale degli ascolti per il 2021. E sono cominciate proprio il 18 gennaio le rilevazioni stesse. Quindi tutte le emittenti sono in corso di indagine.

La metodologia della ricerca è confermata in continuità con le scelte degli anni precedenti. Formula CATI e campione di 120.000 individui in rappresentanza della popolazione oltre i 14 anni. Le proposte sulla rilevazione elettronica, fonte di stimoli significativi da parte di RAI RADIO, potrebbero trasformarsi in test integrativi nel corso del 2021 verso una possibile applicazione più intensa per gli anni successivi.

Le emittenti Radio che si sono iscritte a TER 2019 fanno parte di tutti e 3 i comparti: quello pubblico, quello nazionale e quello locale. Il mondo Broadcast della Radio è rappresentato dunque nelle sue 3 anime. Mancano tuttavia all’appello anche quest’anno, purtroppo, alcune realtà significative che non hanno espresso l’adesione e di cui non potremo conoscere gli ascolti. RADIO RADICALE e RADIO MARIA sul fronte nazionale continuano a non iscriversi.

Un Bentornato… alle Re-Entry

Torna un Radio storica della sua regione; è la ben nota RADIO LOMBARDIA che risulta in lista attiva dopo la sua ultima adesione nel 2014 con Radio Monitor (iscritta nelle province di Bergamo, Brescia, Como, Cremona, Lecco, Lodi, Monza Brianza, Milano, Pavia, Sondrio, Varese, Verbania). Peraltro la Lombardia ha bisogno di segnali di rilancio commerciale sul fronte Radiofonico locale. Chissà che questo sia l’avvio di un percorso di ulteriori presenze e di crescite.

Un evento che emoziona. Sempre in Lombardia riappare RADIO MILANO INTERNATIONAL, la prima Radio privata nata il Italia e on-air oggi grazie a Rino Borra (Bergamo, Como, Monza Brianza, Milano, Pavia). Tutti siamo grati ai fratelli Borra, con il compianto Angelo nel cuore, per quanto hanno contribuito ad avviare in FM. Oggi il fratello minore con i suoi figli, insieme a uno staff di entusiasti e competenti, si rilancia 46 anni dopo gli inizi. Ora tocca agli ascoltatori.

In Toscana rientrano ANTENNA RADIO ESSE, assente dal 2016 (Siena) e RADIO SEI SEI VINTAGE, assente dal 2018 (Firenze, Pisa). In Lazio c’è il ritorno di CENTRO SUONO 101 e 3 (Latina, Roma) dopo il suo 2019 e di RADIO L’OLGIATA (Roma). In Campania e dopo la sua ultima rilevazione nel 2015 torna RADIO AMORE NAPOLI e dal 2019 riappaiono RADIO BUSSOLA 24 e RCS75 RADIO CASTELLUCCIO. In Sicilia e dopo il 2013 torna RADIO ACTION.

Un Benvenuto… alle New-Entry

Le new-entry meritano una sottolineatura ma anche un augurio sincero. Il settore Radio ha nella sua competitività uno stimolo alla crescita che non deve mancare mai. E quindi l’auspicio è che queste stazioni, che magari esistono da anni ma si sottopongono solo ora alle rilevazioni di ascolto, abbiano riscontro, producano fermento e servano pubblici che magari non sono ancora raggiunti con forza. Abbiamo bisogno di Radio solide. In bocca al lupo a tutte.

In PiemonteBLU RADIO INBLU (iscritta nelle province di Novara e Verbania). In LombardiaGIORNALE RADIO (Alessandria, Bergamo, Bologna, Brescia, Caserta, Cuneo, Como, Cosenza, Firenze, Genova, Lecco, Lodi, Latina, Monza Brianza, Milano, Modena, Napoli, Novara, Padova, Pavia, Reggio Emilia, Roma, Savona, Torino, Treviso, Varese, Venezia, Vicenza, Verona. In Emilia-RomagnaCANZONI E SORRISI (Bologna, Modena).

In ToscanaRADIO DIVINA (Firenze, Prato). In Campania1 STATION RADIO (Avellino, Caserta, Napoli, Salerno) e A.R.C. RETE 101 (Avellino). In SiciliaRADIO BATTIKUORE (Palermo), RADIO FLASH (Catania), RADIO MIA (Palermo) e RTA – RADIO TIVU AZZURRA (Palermo).